Costa Concordia, 9 anni fa il naufragio: che fine ha fatto Schettino?

Sono oramai passati ben 9 anni dal naufragio della Costa Concordia. Che fine ha fatto il Comandante Schettino? Scopriamolo insieme.

Sono oramai trascorsi ben 9 anni dal disastro del 2012, che ha segnato la vita di centinaia e centinaia di persone. Il naufragio della Costa Concordia è stato un evento che ha tenuto l’Italia intera incollata alla televisione per giorni. Ad essere condannato allora è stato il Comandante Francesco Schettino. Che ne è stato di lui? Scopriamo insieme qualcosa di più in merito all’attuale vita dell’uomo.

Leggi anche->Giuseppe Girolamo: chi era l’eroe della Costa Concordia

La Concordia avrebbe dovuto, quel tragico giorno, partire da Civitavecchia ed arrivare a Savona. Purtroppo le cose non sono però andate secondo i piani. Nei pressi dell’Isola del Giglio, la sera del 13 Gennaio 2012, alle ore 21:45, la nave urtò contro gli scogli, causando un danno irreparabile alla carena. Uno squarcio lungo trenta metri decretò l’inizio della fine. Il naufragio costò la vita a 32 persone, e provocò 193 feriti. In seguito al gravissimo incidente, Francesco Schettino fu condannato a 16 anni e un mese di carcere, una pena che attualmente sta ancora scontando.

Leggi anche->Naufragio Nuova Iside: cosa è accaduto, indagati e vittime – VIDEO

Sta dunque scontando la sua pena, Francesco Schettino, l’ex comandante della Costa Concordia. L’uomo è recluso presso il carcere di Rebibbia, a Roma. Secondo le poche informazioni in nostro possesso, il suo comportamento è pressoché esemplare. Le indiscrezioni in merito alle sue condizioni attuali, raccontano di un uomo che trascorre il suo tempo leggendo e meditando. Pare che Schettino, in seguito ad un ricorso, viva ancora nella speranza di un nuovo processo, che potrebbe assolverlo dalla sua condanna.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Francesco Schettino: la vita in carcere e la ‘bottiglietta di acqua di mare’

L’ex Comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino, sta scontando nel carcere romano di Rebibbia la sua pena, che ammonta a ben 16 anni ed un mese. Alcune indiscrezioni hanno fornito al pubblico qualche racconto inerente alle richieste dell’uomo ai familiari. Sembrerebbe che Schettino abbia davvero nostalgia del mare e della vita a bordo, talmente tanta che ai parenti domanda di frequente di portargli solamente una bottiglietta di acqua di mare, con la quale si cosparge il capo durante l’ora d’aria.