Morto Sheldon Adelson, il magnate finanziò la campagna di Trump

Sheldon Adelson, il magnate dei casinò che finanziò anche la campagna elettorale di Donald Trump, è morto.

(MANDEL NGAN/AFP via Getty Images)

Il magnate dei casinò Sheldon Adelson, uno dei donatori più prolifici nella politica conservatrice, è morto lunedì notte all’età di 87 anni a causa delle complicazioni dovute alle cure per il linfoma non Hodgkin. Lo ha rivelato una dichiarazione di Las Vegas Sands, la società da lui fondata.

Leggi anche –> Imitano Dirty Dancing, ma finisce malissimo: grave una ballerina – VIDEO

Adelson ha fatto fortuna – un patrimonio netto di circa $ 35 miliardi secondo una stima di Forbes – nel settore dei casinò hotel. Nel corso della sua vita, si è anche impegnato a sostenere i politici conservatori negli Stati Uniti e in Israele, dando un contributo al dibattito politico di entrambi i paesi.

Leggi anche –> Beve gel igienizzante, studente grave in ospedale: succede a scuola

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Shelton Adelson, il magnate conservatore amico di Trump

(SAUL LOEB/AFP via Getty Images)

Adelson è cresciuto povero a Dorchester, Mass. I suoi genitori erano immigrati. Suo padre guidava un taxi. “Quando avevo 12 anni, ho comprato la mia prima attività”, ha detto Adelson, che ha iniziato a vendere giornali per strada. All’età di 16 anni aveva acquistato la sua seconda attività: i distributori automatici. E ha continuato a vendere articoli come set completi da toeletta o bombolette spray di antigelo per parabrezza. Poi, all’inizio dell’era dei personal computer, acquistò un’influente fiera di computer chiamata Comdex e la tenne a Las Vegas.

Comdex decollò, così Adelson acquistò il leggendario Sands Hotel and Casino e costruì dietro di esso un centro congressi di dimensioni mai viste prima. Sig Rogich, consulente per le comunicazioni di Las Vegas di lunga data, in un’intervista ha definito il magnate come “una figura di trasformazione” nella storia della città. Dopo aver fatto radere al suolo il Sands, Adelson nel 1996 costruì il Venetian, un complesso con più di 8.000 stanze e più di 150 negozi e ristoranti. È un modello che ha replicato a Macao e Singapore con enormi profitti. Infatti, il magnate americano ha fatto importanti investimenti anche in quei Paesi.

La fortuna accumulata da Adelson nel settore dei casinò è stata spesa generosamente in donazioni a cause ebraiche, ricerca medica e Partito Repubblicano. Ultima in ordine di tempo, ha finanziato la campagna elettorale di Donald Trump. Lui e sua moglie, Miriam, hanno donato circa 500 milioni di dollari negli ultimi otto anni a campagne repubblicane e conservatrici.