Influenza aviaria,oltre mezzo milione di volatili abbattuti dopo 61 focolai

Avviene in Francia, dove il Ministero dell’Agricoltura ha scelto di mettere in campo una strategia decisa per cercare di fermare l’influenza aviaria.

influenza aviaria Francia abbattimenti
Via libera a migliaia di abbattimenti di capi di volatili per la paura della influenza aviaria FOTO Getty Images

Fa paura in Francia ciò che sta accadendo a causa della influenza aviaria, con il governo centrale che ha dovuto dare il via libera all’abbattimento di più di 200mila anatre. E non è tutto: ulteriori 400mila volatili verranno eliminati nelle prossime settimane, dopo la scoperta di alcuni focolai della malattia.

Leggi anche –> Dopo il Coronavirus la aviaria: “Potrebbe cancellare mezzo mondo”

Allo scopo di vedersi sfuggire di mano una situazione che già stando allo stato attuale appare come molto difficile, il Ministero dell’Agricoltura d’Oltralpe ha dovuto prendere questa pesante decisione. Degli abbattimenti che già hanno avuto luogo, la metà ha riguardato unità già ammalate e l’altra metà invece ha subito il triste destino in via preventiva. Il capo dei Servizi Veterinari, nonché vice direttore generale dell’alimentazione, Loic Evain, ha anche confermato come, allo scopo di fermare l’influenza aviaria in Francia, ci sia nei piani l’abbattimento selettivo sempre a scopo di prevenzione dei succitati 400mila capi di uccelli.

Leggi anche –> Cina, nuovo allarme aviaria: “Migliaia di polli infettati”

Influenza aviaria, migliaia di abbattimenti avvengono per scopi di prevenzione

Del resto l’individuazione di ben 61 focolai sin qui non può fare stare tranquilli. Ed il conteggio parte soltanto dal 1° gennaio 2021. Il 90% circa di questi cluster è scoppiato nel dipartimento delle Landes, che si trova nella marte sud-orientale della Francia.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Infermiera morta dopo il vaccino: il decesso non è correlato all’iniezione

Ad essere maggiormente colpiti dalla influenza aviaria sono in particolar modo le anatre e le oche. Nell’Esagono tali allevamenti sono molto diffusi per via delle specialità gastronomiche di foie gras e paté.