Vaccino Pfizer Biontech, consegna in Italia stanotte: AstraZeneca in ritardo

L’Italia riceverà le dosi previste del vaccino Pfizer Biontech nel corso della notte tra 29 e 30 dicembre. AstraZeneca invece annaspa.

vaccino Pfizer Biontech
Distribuzione vaccino Pfizer Biontech in Italia la situazione FOTO Getty Images

Il maltempo che ha colpito l’Italia ed in particolar modo le regioni del settentrione, ha dato adito anche al sorgere di complicazioni improvvise in merito a quello che è il piano concepito nei giorni scorsi per la distribuzione del vaccino Pfizer Biontech.

Leggi anche –> Terza ondata, il fisico Battiston pessimista: perché avverrà presto

Il processo che avrebbe dovuto condurre le scorte costituite da circa 470mila dosi di siero concepito dalla casa farmaceutica statunitense Pfizer assieme agli sforzi congiunti della tedesca Biontech ha subito un brusco ma inevitabile stop. Colpa della neve che si è abbattuta sul Piemonte e sulla Liguria ma non solo. Anche all’estero le condizioni climatiche avverse hanno portato Pfizer a rinviare i viaggi delle unità del suo ritrovato, che avrebbero dovuto avvenire sia tramite rete stradale che in volo. Per quanto riguarda l’Italia, sei aerei che avevano come destinazione altrettanti aeroporti del nostro Paese sono rimasti a terra.

Leggi anche –> Claudia Alivernini, minacce dai no vax: “Dai che adesso muori”

Vaccino Pfizer Biontech, ritardo di alcune ore nella consegna

Il decollo dovrebbe avvenire però tra martedì 29 e mercoledì 30 dicembre 2020, se la situazione legata al meteo dovesse regolarizzarsi. In Italia sono pronti 203 punti scelti, in prevalenza tra le strutture pubbliche, dove potere procedere con la vaccinazione di massa. I primi ad essere muniti di protezione contro il virus saranno i lavoratori del settore medico ed ospedaliero, tra infermieri, medici ed altre figure professionali del campo, assieme agi anziani.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Maltempo blocca l’arrivo del vaccino: 470mila dosi bloccate in Belgio

E se comunque il vaccino Pfizer Biontech deve fare fronte a questo lieve ritardo, non altrettanto leggero appare il quadro per il vaccino sviluppato da AstraZeneca con la collaborazione dei ricercatori dell’Università di Oxford. In questo caso se ne riparlerà a gennaio, dal momento che manca ancora il via libera alla distribuzione da parte dell’Agenzia Europea del Farmaco. AstraZeneca non ha ancora presentato la domanda e servono ulteriori dati prima di potere fornire il via libero definitivo sul loro progetto.