Vaccino Covid, più dosi a Germania e Francia: è polemica

Fa molto discutere il metodo di consegna delle unità di vaccino Covid agli Stati membri della UE. Italia ed altri penalizzati all’apparenza.

vaccino Covid distribuzione polemiche
Germania e Francia hanno più dosi di vaccino Covid rispetto agli altri FOTO Getty Images

Il 27 dicembre 2020 verrà ricordato come il V-Day, il giorno in cui il vaccino Covid è stato somministrato simultaneamente in tutti gli Stati membri della Unione Europea. Ma c’è un aspetto che ha fatto sorgere polemiche anche forti. Riguarda il numero di dose a volte anche fortemente sbilanciato tra uno Stato e l’altro che gli stessi hanno ricevuto.

Leggi anche –> Prete positivo, durante la messa condivide il suo calice coi fedeli

Tanto per citare un esempio, l’Italia ha ricevuto 9750 dosi di vaccino Pfizer Biontech, a fronte delle quasi 20mila della Francia. In Germania invece sono addirittura più di 151mila le unità concesse. Le critiche su questa distribuzione definita impari del vaccino Covid sorgono proprio in Italia. Il Governo e la UE hanno però fornito una risposta ufficiale in proposito, sostenendo che il tutto sia stato calcolato in base al numero della popolazione. Tra l’altro il V-Day per alcune nazioni è risultato anticipato. La stessa Germania, così come l’Ungheria e la Slovacchia, non hanno atteso gli altri ed anziché procedere di domenica hanno attuato i rispettivi piani di vaccinazione già da sabato 26. E 9.750 è anche il numero che praticamente ogni stato regionale tedesco ha ottenuto.

Leggi anche –> Cina Coronavirus, 4 anni a dissidente: “Falsità da Pechino sulla pandemia”

Vaccino Covid, il Governo e la UE smontano il caso: “Tutto nella norma”

Sono 16 in tutto e fa eccezione quello di Brema, che è il più piccolo e che ne ha ottenuto la metà. Tale numero invece è stato concesso all’Italia e non solo. Appena 9.750 dosi del vaccino Pfizer Biontech (con quest’ultima che è proprio una azienda farmaceutica tedesca, n.d.r.) le hanno avuto anche Bulgaria, Croazia, Spagna, Slovenia ed Ungheria. Il commissario straordinario per la gestione dell’emergenza pandemia in Italia, Domenico Arcuri, fornisce una spiegazione ufficiale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Quando posso fare il vaccino per il Covid? Date, tempi e casi previsti

Tutte le dosi arrivate in Germiania fanno parte di forniture successive, che già dal 28 dicembre sbarcheranno pure nel nostro Paese. “L’Italia avrà 470mila dosi di vaccino Covid a settimana. La UE ha calcolato che Roma sarà destinataria di una quota del 13,46% di ogni fornitura, Quindi 8,749 milioni di dosi da qui a fine marzo e 26,82 mln di pezzi in totale. Ma non c’è alcun comunicato ufficiale volto a spiegare come mai la Germania abbia ricevuto così tante unità di siero in anticipo.