Barcellona, Messi prende tempo: “Il futuro? Farò ciò che mi dice il cuore”

Leo Messi prende tempo e rimanda l’annuncio sul proprio futuro alla fine della stagione in corso: all’Inter tutti sperano.

Per la prima volta da quando ha messo piede in campo tra i professionisti, Leo Messi in questa stagione sembra sceso sul piano degli altri esseri umani. Il fuoriclasse argentino è meno costante in zona rete e meno risolutivo che in passato. Sembra come d’improvviso quel talento fuori dal comune che lo ha fatto conoscere in tutto il mondo sia diventato un talento ordinario.

Non fraintendiamo, vederlo giocare è sempre uno spettacolo per gli occhi, ma in questa stagione sembra meno devastante del solito. Proprio il calo prestazionale di Leo è coinciso con una posizione di classifica insolita per il club catalano: per la prima volta da diversi anni il Barça si trova fuori dalla zona Champions, senza contare la brutta figura di Torino contro la Juventus.

Leo Messi andrà via da Barcellona?

Impossibile non rintracciare un legame tra l’andamento altalenante di Leo e del Barcellona e quanto accaduto in estate. La stella argentina aveva infatti chiesto alla società di andare via, chiedendo di poter far leva sulla clausola contrattuale che gli permetterebbe di sciogliere il contratto. La società si è opposta, facendo leva su un cavillo legale che ha impedito a Messi di esercitare tale diritto.

Per gli esperti di mercato non vi è dubbio che il numero 10 lasci Barcellona a giugno e pare che il Manchester City sia il favorito ad assicurarselo. Tuttavia il diretto interessato calma le voci di corridoio in un’intervista in cui mette tutte le discussioni sul futuro in standby: “Aspetterò fine stagione, ora è importante il bene della squadra, non servono altre distrazioni. So che ci sono molte persone al Barça che vorrebbero che rimanessi, altre che vorrebbero che me ne andassi. E’ così, ma farò ciò che è meglio per il club e per me, non ho dubbi, e quello che mi dicono il cuore e la testa. Un giorno mi piacerebbe giocare negli Stati Uniti. Al Real Madrid? Impossibile“.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dove andrà a fine contratto?

Le parole di messi a La Sexta non sono solo un modo per allontanare l’attenzione di media e tifosi dagli sviluppi di mercato. Con ogni probabilità l’argentino sta discutendo con i candidati alla presidenza del Club (nel 2021 ci saranno nuove elezioni) per capire se ci sono margini per tornare competitivi a livello nazionale ed internazionale, ma soprattutto se hanno intenzione di coinvolgerlo in tutto e per tutto nel progetto.

Leggi anche ->Leo Messi al Napoli, il sogno nel ricordo di Maradona

Quando Messi dice: “Non so se me ne vado o no, e se me ne andassi vorrei partire nel migliore dei modi, sempre ipoteticamente parlando, un giorno mi piacerebbe tornare, vorrei tornare in città, a lavorare per il club”, non è strategia comunicativa, ma la realtà dei fatti. In passato l’argentino ha detto in più di un’occasione che sarebbe voluto rimanere a vita a Barcellona, ed è in Catalogna che sono cresciuti i suoi figli. Se ci sarà uno spiraglio per rimanere, insomma, Messi rimarrà.

Leggi anche ->Leo Messi, Guardiola vola a Barcellona per portarlo al Manchester City

Tuttavia non si può escludere che la nuova dirigenza non gli assicuri tutto ciò che vuole e che decida di intraprendere l’ultima grande avventura della sua carriera professionistica. In quel caso Manchester e Guardiola sarebbero la prima scelta, Parigi e Neymar la seconda e se queste due ipotesi non si concretizzassero, perché no, l’Inter potrebbe essere la squadra ideale per ottenere un altro grande traguardo.