Giallo di Natale, Rosina Cassetti: ci sono 2 indagati per omicidio

Il delitto di Montecassiano, giallo di Natale nel maceratese, uccisa Rosina Cassetti: ci sono 2 indagati per omicidio.

(screenshot video)

Una rapina finita male: questa la versione dei fatti data dai familiari di Rosina Cassetti, la 78enne di Montecassiano, in provincia di Macerata, trovata morta in casa alla vigilia di Natale. Una versione dei fatti che col passare delle ore sembra scricchiolare. Ed emerge tutta un’altra storia, ancora tutta da confermare.

Leggi anche -> Macerata, ragazza di 28 anni trovata morta di overdose in centro

La morte dell’anziana del maceratese è insomma tutta ancora da decifrare, mentre le cronache locali sostengono che sul registro degli indagati, con l’accusa di omicidio, sarebbero finite due persone. Secondo quanto si è appurato, la vittima viveva col marito Enrico Orazi, la figlia Arianna e il nipote Enea.

Leggi anche -> Orrore a Macerata: la confessione choc di Innocent Oseghale – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il giallo della morte di Rosina Cassetti: cosa è accaduto

Ma in quella famiglia, dicono i vicini di casa, da tempo non si respirava tranquillità e a livello psicologico sembra ne avesse fatto le spese soprattutto Rosina Cassetti, Rosy come la chiamavano tutti. La donna – che in passato era sempre stata molto spigliata – sembrava stesse vivendo un periodo difficile e addirittura pare si fosse rivolta a un centro antiviolenza. L’appuntamento con un avvocato che si occupa proprio di violenza sulle donne era fissato per martedì prossimo, ma la vita dell’anziana donna è stata spezzata qualche giorno prima.

Rosy Cassetti era nata a Matelica, poi si era trasferita a Macerata dopo il matrimonio, dove il marito Enrico Orazi aveva aperto una propria attività. Da qualche anno, vivevano a Montecassiano, una manciata di chilometri dal capoluogo. La loro tranquillità – secondo quanto spiegato da alcuni vicini – sarebbe stata infranta dall’arrivo in casa della figlia Arianna. Giovedì sera la tragedia: secondo la versione del nipote Enea, lui sarebbe tornato verso le 20 trovando sua mamma legata e imbavagliata, il nonno chiuso in bagno e la nonna morta. Ma a questa versione dei fatti, gli inquirenti al momento non credono.

Gestione cookie