Paola Barale, le rivelazioni sul flirt con Maria De Filippi: ecco la verità

Ai tempi in cui Paola Barale lavorava a Buona Domenica, gomito a gomito con Maurizio Costanzo, si cominciò a parlare di una presunta relazione tra lei e Maria De Filippi. Vediamo insieme perché. 

La carriera di Paola Barale ha senz’altro conosciuto il suo periodo d’oro ai tempi di Buona Domenica, quando la showgirl lavorava gomito a gomito con Maurizio Costanzo. Proprio allora, però, si diffusero insistenti rumors su un suo presunto flirt con Maria De Filippi. C’era del vero in quelle indiscrezioni oppure no? La diretta interessata dopo molti anni ha deciso di rompere il silenzio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Amicizia “speciale” tra Paola Barale e Maria De Filippi?

In un’intervista rilasciata qualche tempo fa ai microfoni de La Confessione, Paola Barale è tornata sulla presunta liason lesbo con Maria De Filippi, spiegando in particolare come siano nate quelle voci: “Mi sono fatta anche un’idea, però sono una persona con un forte senso del pudore e rispetto molto alto per le altre persone, non mi va di parlare di cose di cui altre persone non hanno mai avuto voglia di parlare – ha detto a Peter Gomez -. All’inizio non capivo, perché io non ho mai conosciuto bene la signora De Filippi, l’avrò vista sì e no 10 volte in vita mia in studio. Sarò andata sicuramente di più a pranzo fuori con Maurizio Costanzo durante Buona Domenica, ma mai con lei né con loro in coppia e non sono nemmeno mai andata a casa loro in vacanza ad Ansedonia, dove vanno tutti!”.

Leggi anche –> Paola Barale, perché è finito il matrimonio con Gianni Sperti dopo soli 4 anni

Leggi anche –> Paola Barale, l’annuncio in diretta Instagram: “Sto soffrendo molto”

Leggi anche –> Maria De Filippi lesbica? Tutta la verità dopo le indiscrezioni

“Col senno di poi – ha aggiunto Paola Barale -, quando finì Buona Domenica, mi sono fatta un’idea perché io penso che le leggende metropolitane anche se non sono vere hanno sempre un fondo di verità. Non dipendeva molto da me, ma da comportamenti di altre persone che facevano sì che la gente potesse pensare questo!”.