Autocertificazione Natale, scaricala qui: per quali spostamenti va usata

Modello autocertificazione Natale 2020, il pdf da scaricare e compilare per giustificare le uscite di casa. Quando va utilizzata.

autocertificazione Natale controlli
Modello autocertificazione Natale controlli FOTO Getty Images

La voce autocertificazione Natale risulta essere di nuovo molto consultata, dopo quanto disposto con il recente Dpcm del 18 dicembre 2020. In tale comunicazione il Governo ha fatto sapere che l’Italia sarà una zona rossa unica, dal 24 dicembre al 6 gennaio 2021. Con l’eccezione di alcuni giorni. Nello specifico il 28, 29 e 30 dicembre ed il 4 gennaio, in cui vigerà la zona arancione.

Leggi anche –> Cosa posso fare oggi 24 dicembre: viaggi e spostamenti in base al Dpcm Natale

Per gli spostamenti è richiesto munirsi di modulo ogni qualvolta ci sia la necessità di dovere uscire di casa. Modulo che va esibito qualora le forze dell’ordine ci chiedano di fermarci ad un posto di blocco oppure in strada a piedi per un controllo. Il binomio autocertificazione Natale 2020 si rende purtroppo indispensabile allo scopo di evitare la formazione di assembramenti. I giorni delle festività spingono in molti ad uscire ed a frequentare dei luoghi precisi. Ma con la pandemia in corso ed i numeri ancora alti relativi a contagio e vittime riscontrati quotidianamente, occorre la massima prudenza. La autocertificazione serve quindi per giustificare i propri spostamenti, che devono essere prettamente per motivi urgenti. Ovvero da ricondurre a situazioni improcrastinabili di salute, lavoro o studio, o per assistere ad un congiunto non autosufficiente.

Leggi anche –> Natale, oggi scatta il lockdown: cosa si può fare e cosa no durante le feste

Autocertificazione Natale, le regole da seguire

Per quanto riguarda i giorni ‘arancioni’, è possibile recarsi in altri Comuni se si risiede in una località con popolazione non superiore ai 5mila abitanti. Purché si resti in un raggio di 30 chilometri. Se questo spazio è incluso in due regioni diverse, lo spostamento è consentito. Altrimenti vige il divieto di cambiare regione. Invece non si può raggiungere un capoluogo di provincia, anche se incluso nei famosi 30 km di distanza. Poi sono consentite visite a parenti od amici, ma al massimo in due e sempre nella stessa regione di residenza. È possibile portare con sé minori di 14 anni, disabili e persone non autosufficienti non sono soggetti ad alcun conteggio e limitazione in questo senso.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Bollettino 23 dicembre: in Italia superati i 70mila morti

Scarica il modello

In regime di zona rossa, l’autocertificazione serve anche per gli spostamenti all’interno del proprio Comune di residenza. Ed il ritorno a residenza, domicilio od abitazione rientra nel novero delle eccezioni consentite. Dal 24 dicembre al 6 gennaio è anche possibile spostarsi nelle seconde case, ma con un obbligo: devono trovarsi nella stessa regione di residenza. Fino al 15 gennaio poi, chi torna in Italia dall’estero deve osservare una quarantena obbligatoria di 14 giorni. Si consiglia di munirsi di autocertificazione ogni volta che si esce di casa. È anche possibile compilarlo a mano qualora non si abbia la possibilità di stamparlo. Oppure saranno le autorità stesse a farcelo compilare al momento, se ne siamo sprovvisti.

SCARICA IL MODELLO QUI

modello_autodichiarazione_editabile_ottobre_2020