Pensioni: arrivano i conguagli, ma nessun aumento fino al 2022

Con una circolare l’Inps ha annunciato l’intenzione di adeguare le pensioni al costo della vita per il 2021.

Sono anni che i sindacati lottano con l’Inps e con il governo per ottenere un aumento delle pensioni. L’obiettivo è stato ottenuto solo in parte, visto che l’aumento c’è stato solo per le pensioni  minime. Per tutti gli altri pensionati ci sarà dunque da attendere un altro anno prima di vedere l’aumento, il governo ha infatti bloccato la rivalutazione degli assegni pensionistici fino alla prossima legge di bilancio.

Per tutto il 2021, dunque, la platea di pensionati si dovrà accontentare, più o meno dello stesso assegno pensionistico ricevuto fino ad ora. In questi mesi è stata concessa una perequazione del 100% solo a chi riceve una pensione fino a quattro volte il termine minimo. Quelli che hanno una pensione che supera da 4 a 5 volte il minimo si sono dovuti accontentare del 77% e chi invece può vantare un assegno che va da 5 a 6 volte il minimo del 52%.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Pensioni: in arrivo i conguagli per l’aumento del costo della vita

Lo scorso 18 dicembre, con una circolare ufficiale pubblicata sul proprio sito, l’Inps ha informato i pensionati che per il 2021 ci saranno dei conguagli. Analizzando le statistiche riguardanti l’aumento del costo della vita, infatti, è stato stimato che c’è stato un rialzo dello 0,5%. Per ovviare a questa situazione, dunque, verranno concessi ai pensionati degli importi integrativi in una o più mensilità. Si tratta di una cifra minima (0,1% del totale annuo) che poco cambia alla situazione pensionistica generale. Il conguaglio previsto dall’Inps infatti va da un minimo di 13 ad un massimo di 26 euro.

Leggi anche ->Pensioni gennaio 2021: cos’è cambiato dopo il nuovo Dpcm

Situazione che dovrebbe rimanere invariata il prossimo anno, visto che le stime evidenziano una sostanziale fase di stasi dei prezzi per tutto il 2021. Per un ulteriore conguaglio o per un aumento vero e proprio delle pensioni bisognerà dunque attendere la prossima legge di Bilancio.

Leggi anche ->Pensioni gennaio 2021, ufficializzato il calendario: le date dei pagamenti