Pensioni gennaio 2021: cos’è cambiato dopo il nuovo Dpcm

Confermato il calendario per il ritiro delle pensioni di gennaio 2021: ecco quando sarà possibile ritirarle alla posta.

Ieri sera sono state confermate le restrizioni previste per il periodo delle festività natalizie. L’Italia intera si troverà in zona rossa dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio, il 5 ed il 6 gennaio. I giorni 28, 29 e 30 dicembre ed il 4 gennaio ci troveremo in zona arancione. Ciò significa che per ben 10 giorni sarà vietato spostarsi di casa se non per ragioni di comprovata necessità (salute, lavoro e approvvigionamento). Tuttavia sarà possibile fare delle visite nelle case private dalle ore 5 alle ore 22. Ci si potrà spostare di casa solo due adulti per volta, ma non verranno considerati nel numero di persone in auto i minori di 14 anni e i portatori di handicap.

Le misure enunciate ieri da Conte, insomma, bloccano qualsiasi movimento che non sia finalizzato a fare una visita ai parenti. Nei giorni arancioni, invece, sarà possibile spostarsi all’interno del Comune senza bisogno di autocertificazione anche per fare compere, visto che i negozi saranno aperti. Potranno uscire dai confini del comune solamente coloro i quali abitano in un paese con un numero massimo di 5mila abitanti. Per quanto riguarda il ritiro delle pensioni, cos’è cambiato?

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Pensioni gennaio 2021, cos’è cambiato dopo il dpcm?

Per quanto riguarda il ritiro delle pensioni riguardanti la prossima mensilità di gennaio non è cambiato nulla. I pensionati che hanno deciso di farsi accreditare la pensione in un conto (alla Posta o in Banca) la riceveranno sempre il prossimo 2 gennaio. Per chi invece vuole ritirare la somma in contanti agli sportelli della Posta vale il calendario condiviso lo scorso 10 dicembre su decisione della Protezione Civile.

Leggi anche ->Pensioni gennaio 2021, ufficializzato il calendario: le date dei pagamenti

Come accade ormai dal mese di marzo, infatti, il giorno di ritiro della pensione è stato scaglionato in base all’ordine alfabetico. A partire da giorno 28 dicembre fino al 2 gennaio (escluso il giorno di Capodanno) i pensionati potranno recarsi normalmente alla filiale della posta più vicina per ritirare il contante. Borrelli ha già confermato che lo stesso si verificherà per la mensilità di febbraio, che sarà possibile ritirare entro il 30 gennaio 2021.

Leggi anche ->Nuovo Dpcm Natale, cosa si può fare in zona rossa e arancione