Rafael Leao, il suo gol lampo andava annullato: il motivo – VIDEO

Azione Rafael Leao gol, la rete del giovane portoghese che aveva sbloccato in tempi record Sassuolo-Milan non era regolamentare.

Rafael Leao gol
Immagini Rafael Leao gol Foto dal web

È entrato negli annali del calcio italiano Rafael Leao con il suo gol lampo segnato in Sassuolo-Milan. Lo scorso 20 dicembre il giovane attaccante portoghese aveva bucato la porta dei padroni di casa battendo il portiere avversario Andrea Consigli dopo appena 6,8 secondi dal fischio di inizio.

Leggi anche –> Rafael Leao, chi è il giovane talento portoghese del Milan

Proprio il Milan aveva dato inizio alla gara con il turco Calhanoglu che immediatamente aveva trovato il corridoio giusto per il 21enne lusitano. Uno, due, tre tocchi e Rafael Leao era andato in gol subito, battendo un record che in Serie A resisteva da anni. Era il 2 dicembre 2001 quando Paolo Poggi del Piacenza segnò in trasferta alla Fiorentina dopo 8 secondi dall’inizio di quell’incontro. Eppure la rete di Rafael Leao andava annullata. Infatti l’azione già al fischio di start dell’arbitro presentava una irregolarità, come è possibile evincere da ogni replay.

Leggi anche –> Ronaldinho, la madre lotta per la vita: ha il Covid – FOTO

Rafael Leao gol, c’è un motivo valido per cui la rete andava annullata

Ed in particolare dalle immagini messe a disposizione da Sky Sport. Infatti Leao stesso aveva un piede oltre la linea del centrocampo ed occupava così in maniera non regolamentare la metà campo del Sassuolo. Una infrazione non certo vistosa ma comunque pur sempre una infrazione. Tale da richiedere anche la ripetizione del calcio di inizio.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Campionato Serie A, quando c’è la sosta? Tutte le date del calendario

Del resto la regola 8 impone che “per ogni calcio d’inizio tutti i calciatori, eccetto colui che lo esegue, devono essere nella propria metà del terreno di gioco”. In virtù di ciò il direttore di gara, il signor Maurizio Mariani della sezione arbitrale di Aprilia, avrebbe dovuto fare ricominciare tutto daccapo. Il Var poi non poteva intervenire dal momento che le azioni che riguardano l’inizio o la ripresa del gioco non fanno parte delle azioni soggette a revisione della moviola.