Ronaldinho, la madre lotta per la vita: ha il Covid – FOTO

Ha contratto il virus la madre di Ronaldinho. Ed ora la donna versa in una situazione molto grave con il ricovero in ospedale.

Ronaldinho mamma covid
News Ronaldinho mamma Covid Foto dal web

Il famosissimo ex calciatore Ronaldinho ha rivelato che la sua amata madre sta lottando per non morire dopo che ha contratto il Coronavirus. Il 40enne ex asso di Barcellona, Milan e nazionale brasiliana ha invocato il supporto dei suoi ammiratori allo scopo di pregare per Miguelina Eloi Assis dos Santos. La donna è attualmente ricoverata in terapia intensiva in ospedale. Lei ha 71 anni ed è in cura all’ospedale Mae de Deus nella città di Porto Alegre, nel sud del Brasile.

Leggi anche –> Aggressione in ospedale: medico li ferma nel reparto Covid, loro lo pestano

Scrivendo su Twitter, Ronaldinho – a sua volta positivo al Covid-19 alla fine di ottobre – ha svelato: “Cari amici. Mia madre ha Covid e stiamo lottando per farla riprendere. È in terapia intensiva e riceve tutte le cure di cui ha bisogno. Sono grato per le tue preghiere, la tua energia positiva e l’affetto che hai sempre dimostrato. Sii forte, mamma”. Mentre era agli arresti domiciliari in un hotel di lusso in Paraguay per uno scandalo relativo al passaporto falso all’inizio di quest’anno, Ronaldinho ha ammesso che la prima cosa che avrebbe fatto dopo essere stato liberato sarebbe stata “dare un grosso bacio a mia madre”. E lui stesso ha aggiunto: “Mamma ha attraversato un momento difficile dall’inizio della pandemia”.

Leggi anche –> Controlli Natale, bar chiuso per violazioni: volano le bestemmie – VIDEO

Ronaldinho, la madre ha il Covid ed è grave in ospedale

Nel 2013, il due volte vincitore del premio Fifa World Player of the Year ha ammesso di essersi avvicinato all’idea di lasciare il calcio quando la vita di sua madre era in pericolo a causa del cancro. Ai tempi ‘Dinho’ militava nel Flamengo. Poi però cambiò idea, dopo avere ricevuto tante e profonde manifestazioni di affetto dai fans. Sua mamma vendeva cosmetici porta a porta nella loro città di origine di Porto Alegre. Poi ha studiato per diventare infermiera. Il papà dell’ex calciatore, Joao de Assis Moreira, morì annegando in un incidente in piscina quando Ronaldinho aveva appena otto anni. Era un operaio di un cantiere navale e calciatore amatoriale.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Variante Covid, casi in aumento in Italia: test a tappeto negli aeroporti

La star brasiliana si è dovuta isolare per due settimane ad ottobre dopo essere risultata positiva al Covid in seguito al suo arrivo in Brasile nella città di Belo Horizonte per prendere parte a un evento promozionale. Lui e suo fraello Roberto de Assis Moreira sono tornati in Brasile alla fine di agosto dopo un soggiorno forzato di quasi sei mesi in Paraguay. Il loro ritorno in Brasile è avvenuto 24 ore dopo che gli era stato detto che non sarebbero stati processati per uno scandalo di passaporti falsi dopo che il loro avvocato aveva concluso un accordo con i pubblici ministeri. Entrambi hanno dovuto pagare però una pesante multa.