Terza ondata, Ilaria Capua: “Dicembre e gennaio saranno terribili”

Rischio concreto nel corso della inevitabile terza ondata della pandemia, per Ilaria Capua. La dottoressa espone tutti i rischi del caso.

Ilaria Capua terza ondata
Ilaria Capua terza ondata a dicembre e gennaio Foto dal web

Parla della terza ondata della pandemia, Ilaria Capua. Secondo la nota virologa che lavora negli Stati Uniti, questo mese di dicembre come anche gennaio 2021 rappresenteranno “un periodo terribile, per molti motivi”. Ospite della trasmissione di La7 ‘Di Martedì’, la direttrice dell’UF One Health Center in Florida fa si riferimento a dei dati che attestano ad un miglioramento nel novero di quelli che sono i contagi quotidiani.

Leggi anche –> Ilaria Capua contro Bassetti: “I vaccini sono sicuri”

Ma la situazione non può e non deve fare pensare ad un rilassamento. “Occorre puntare con decisione su questa strada che ha portato ad avere un calo dei contagi. Dobbiamo arrivare ad avere zero pazienti ricoverati negli ospedali a causa del virus”. Un obiettivo però non semplice, anche perché la curva ha subito una flessione ma non il tanto auspicato rallentamento verso gli zero contagi. Tra i provvedimenti più urgenti da prendere per cercare di prevenire al meglio la terza ondata, Ilaria Capua rimarca l’importanza di sottoporre a vaccino i professionisti del settore medico e sanitario oltre che gli anziani e le persone più fragili. “Farlo prima della prossima estate rappresenterà un traguardo enorme. Il vaccino sarà un’arma molto importante”.

Leggi anche–> Ilaria Capua, chi è la nota virologa: carriera e vita privata

Terza ondata, Ilaria Caputa: “Presto vedremo gli effetti nefasti dei recenti assembramenti”

Per quanto riguarda le mutazioni del virus, la Capua non le ritiene rilevanti. Sempre in ottica terza ondata, si temono molto gli effetti degli assembramenti recenti. Negli Stati Uniti in molti si sono riuniti senza prestare la dovuta cautela in occasione del Giorno del Ringraziamento. In Italia invece sono avvenuti episodi come l’accensione delle luci di Natale a Riccione, che hanno portato in strada in tanti.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Conte: “Fatti sforzi importanti, da valutare rapporti con la Turchia” – VIDEO

Lo stesso è successo a Londra appena finito il lockdown di diverse settimane. Gli incontri di massa senza rispettare il distanziamento fisico e senza indossare la mascherina favoriscono la circolazione del virus. Che prende forza anche dalla stagione invernale, periodo dell’anno che è tipico del manifestarsi di alcune malattie di stagione.