Milano in lutto: muore all’improvviso il “Re del Panettone”

Giuseppe Travaini, noto a Milano come il Re dei Panettoni, è morto in un incidente stradale mentre tornava dallo studio del suo commercialista. 

All’anagrafe rispondeva al nome di Giuseppe Travaini, ma a Milano (e non solo) era per tutti il Re del Panettone. Artigiano di razza, come quasi non ce ne sono più, si preparava anche quest’anno a confezionare migliaia di esemplari del dolce milanese d’eccellenza nel suo storico laboratorio. Ma un incidente stradale gli è costato la vita a soli 81 anni, mentre stava tornando dallo studio del suo commercialista.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La storia del Re del Panettone

La pasticceria-gelateria di Giuseppe Travaini attirava, soprattutto in questo periodo, infinite code di milanesi e non impazienti di accaparrarsi e gustarsi uno dei suoi buonissimi gelati o panettoni. L’81enne, per gli amici Pino, era benvoluto da tutti e le sue Gelateria Rossi e Pasticceria Nuova Brianza erano una vera e propria istituzione a Milano. Non a caso la notizia della sua scomparsa si è subito diffusa a macchia d’olio.

Leggi anche –> Coppa del Mondo del Panettone, partono le preselezioni 

Leggi anche –> Torna il panettone estivo, con un concorso e tante degustazioni

Chi lo conosceva ricorda Travaini come un artigiano di talento, ma anche determinato e con tanta voglia di lavorare: si svegliava ogni giorno alle 5 per andare nel suo laboratorio e creare, tra una battuta in milanese e un sorriso ai collaboratori e ai clienti, le sue specialità. Dopo due anni in Liguria era tornato a Milano per aprire un nuovo negozio in collaborazione con le sue due figlie. E il successo non era tardato ad arrivare, con buona pace degli altri gelatai e pasticceri della zona. La sua improvvisa scomparsa è un altro motivo, tra i tanti, per cui questo Natale a Milano non sarà come tutti gli altri.

EDS