Maltempo, continua l’emergenza: 3mila interventi dei Vigili del Fuoco

Continua l’emergenza maltempo in Italia, i Vigili del Fuoco sono stati costretti a 3mila interventi sul territorio.

L’inizio di dicembre è coinciso con un ondata di maltempo che ha colpito gran parte d’Italia. A fine novembre, la regione che è stata colpita in un primo momento è stata la Sardegna. Nella zona isolana ci sono stati allagamenti e smottamenti che hanno obbligato ad evacuazioni e che hanno purtroppo causato anche alcun decessi. Nei giorni successivi, i primi di dicembre, il maltempo si è diffuso in gran parte del Paese, colpendo soprattutto il nord-est ed il sud Italia.

Piogge, nevicate e fenomeni atmosferici estremi si sono verificati in particolare in Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Campania e Sicilia. I fenomeni atmosferici non hanno risparmiato nemmeno le altre regioni: sabato, ad esempio, le forti piogge hanno causato danni e problematiche anche al centro Italia. A Potenza c’è stata anche una vittima: un uomo di 51 anni è stato travolto dall’acqua ed è finito in un canale.

Leggi anche ->Maltempo Sardegna: morti e dispersi, situazione gravissima

Maltempo: 3mila interventi dei Vigili del Fuoco dall’inizio dell’emergenza

La situazione d’emergenza generata dal maltempo ha costretto i Vigili del Fuoco a fare degli straordinari per evitare che ci fossero ulteriori vittime e per evitare che il maltempo continuasse a creare disagi alla viabilità. Sono addirittura 3mila gli interventi compiuti dai pompieri su tutto il territorio nazionale dall’inizio dell’emergenza. La Regione maggiormente colpita è il Veneto, dove si sono concentrati la maggior parte degli interventi: ben 1.400. Tra Belluno, Vicenza, Treviso e Venezia sono state evacuate 99 persone.

Leggi anche ->Allerta Meteo anche domani? Le regioni interessate dal maltempo

Intenso il lavoro dei Vigili del Fuoco anche in Emilia Romagna: sono stati 507 gli interventi, 350 dei quali concentrati nella zona di Modena. Gli allagamenti in questo caso hanno costretto all’evacuazione di ben 322 persone dalla zona in cui è esondato il Panaro. Sono stati 350 gli interventi anche in Friuli, dove a causare i principali problemi è stata l’esondazione del Tagliamento (solo una persona evacuata). Altri 350 gli interventi compiuti in Campania e Sicilia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI