Mamma positiva, partorisce e subito le danno la bimba: “Tutto sicuro”

Nonostante fosse affetta dal virus, una mamma positiva in sala parto ha potuto accogliere la sua piccola neonata senza alcun rischio.

mamma positiva partorisce
Una mamma positiva partorisce la sua neonata e può abbracciarla subito Foto dal web

Mamma positiva ha partorito la sua bambina e nonostante l’esito del tampone a lei sfavorevole svolto nei giorni scorsi, ha avuto il beneplacito a potere abbracciare la nuova arrivata. Il fatto è accaduto al Policlinico Gemelli di Roma, con la donna e la sua neonata messe insieme nella stessa stanza. Chiara, la neo mamma positiva, ha partorito in maniera spontanea.

Leggi anche –> Neonato morto in casa: sotto accusa la mamma e il fidanzato di lei

I medici che hanno preso in cura lei e la piccina parlano di rispetto totale delle norme di sicurezza. La normale procedura seguita per i parti sin da quando è cominciata la pandemia ha sempre fatto si che il nuovo arrivato venisse posto in un’altra stanza, in caso di madre contagiata. Questo avveniva fino alle dimissioni, certificate solamente dai tamponi negativi per madre e figlio. Al Policlinico Gemelli però l’iter seguito è risultato diverso e questo percorso consente anche alle donne con all’interno del loro organismo il virus di potere subito accogliere i piccoli appena partoriti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Neonato abbandonato | adolescente lo lancia dalla finestra

Mamma positiva, donna partorisce e può subito abbracciare la sua bimba

Certo, delle precauzioni non mancano. Infatti le nuove vite vengono poste all’interno di una incubatrice oppure in un piccolo letto appositamente predisposto e collegato a delle apparecchiature di monitoraggio. Avvicinare le madri ed i figlioletti appena nati è una cosa fondamentale, che ha lo scopo anche di azzerare eventuali traumi da distacco. Un fenomeno che risulta più frequente di quanto si pensi. Ora è possibile approntare un percorso normale, esattamente come quello attuato con donne partorienti non positive. La piccola è stata chiamata Elisa e ha una settimana di vita. Sia lei che mamma Chiara sono ora a casa, in ottime condizioni di salute.