Bambino ucciso, orrori al Parco Verde: accuse alla madre Marianna Fabozzi

Il caso di Antonio Giglio, il bambino ucciso in maniera orribile nel 2013 al Parco Verde di Caivano, vede gravi accuse per la mamma.

bambino ucciso marianna fabozzi
Marianna Fabozzi a processo per il caso di suo figlio bambino ucciso al Parco Verde Foto dal web

C’è il rinvio a giudizio per la madre di un bambino ucciso, Marianna Fabozzi, e per il suo amante, Raimondo Caputo. La vicenda risulta ancora oggi ben nota e risale al 28 aprile 2013. In quel giorno il piccolo Antonio Giglio fu scaraventato da una finestra della casa dove abitava all’interno del complesso del Parco Verde di Caivano, in provincia di Napoli.

Leggi anche –> Orrori del Parco Verde di Caivano: arrestata Marianna Fabozzi

Si tratta di una zona contraddistinta dal degrado, nonostante in diversi tra i residenti si impegnino per cercare di migliorare le cose. E che nel 2014 fu teatro della morte, nelle stesse circostanze, anche di Fortuna Loffredo, pure lei in tenera età. Per quanto riguarda il bambino ucciso, quest’ultimo precipitò dall’ottavo piano e l’impatto a terra risultò fatale. Mariana Fabozzi si è sempre difesa parlando di incidente ed affermando che il suo figlioletto si era sporto troppo mentre stava osservando un elicottero dei carabinieri in volo. Da qui l’incidente. Ma una testimone ha deposto contro la versione fornita dalla Fabozzi.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Antonio Giglio: la mamma Marianna processata per omicidio

Bambino ucciso, una vicenda orribile con tante accuse reciproche

Tra l’altro quest’ultima è la sorella di Caputo. La quale afferma di avere visto, tramite il riflesso di uno specchio, Marianna scagliare di sotto il figlio. Accuse alla mamma arrivano pure da Caputo, ma entrambi devono rispondere dei reati di omicidio volontario e di favoreggiamento rispettivamente. Ora verrà celebrato il processo. I due hanno già ricevuto una condanna per la morte di Fortuna Loffredo. Caputo ha affermato di non centrare nulla con gli omicidi. “La famiglia di Marianna, che è di camorristi, ha voluto farmela pagare. È vero che ho fatto certe cose con le sue figliolette, ma non ho mai ucciso nessun bambino”. Invece il padre di Antonio è convinto che Marianna Fabozzi avrebbe ucciso il suo bimbo perché Caputo non desiderava avere a che fare con dei maschietti, come riportato da Today.

Leggi anche –> Stupro su oltre 200 bambini | lui viene violentato e ucciso per punizione