Donna uccisa, figlio la ammazza con cacciavite: “Voleva soldi per la droga”

Un 33enne ammazza la madre al termine di una furiosa lite. La donna uccisa in maniera efferata. I vicini di casa svelano tremendi dettagli.

donna uccisa dal figlio
A Torre del Greco una donna uccisa dal figlio Foto dal web

Gli agenti di polizia di Torre del Greco hanno trovato il corpo di una donna uccisa, dopo un sopralluogo in casa di quest’ultimo. I militari di stanza nel Comune della provincia di Napoli hanno già arrestato anche l’assassino. Si tratta del figlio di quest’ultimo, un giovane di 33 anni che a quanto pare soffre per delle turbe mentali.

Leggi anche –> Ragazza morta, Beatrice stroncata a soli 19 anni – FOTO

La vittima aveva 56 anni ed era separata dal marito. Viveva proprio con suo figlio ed a trovarla immersa nel suo stesso sangue sono stati alcuni vicini di casa. Era moribonda ed una ambulanza accorsa di urgenza l’ha trasferita immediatamente in codice rosso all’ospedale ‘Maresca’ situato proprio a Torre del Greco. Sempre i poliziotti hanno rinvenuto anche un cacciavite che il 33enne ha utilizzato per ammazzare la donna uccisa anche dopo avere ricevuto diverse botte inferte con efferata violenza. Diverse le lesioni trovate sul suo corpo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Donna uccisa, il figlio voleva i soldi per comprare alcol e stupefacenti

L’omicidio si è consumato nella tarda serata di lunedì 23 novembre 2020. Adesso l’omicida si trova in stato di custodia cautelare in carcere, in attesa di essere sottoposto all’interrogatorio di garanzia. Il personale medico del 118 non ha potuto fare niente per salvare la 56enne, ennesima vittima di femminicidio. I vicini di casa che hanno avvisato autorità ed ambulanza hanno confermato che già in passato il giovane fosse solito usare violenza nei confronti di sua madre, la quale lavorava in qualità di operatrice scolastica. Lui pretendeva ogni volta che lei le desse il denaro utile per acquistare droga ed alcolici. Una storia sentita tante altre volte e che pure questa volta è sfociata in quello che è il peggiore possibile degli epiloghi.

Leggi anche –> Morta carbonizzata, termocoperta innesca tremendo incendio