Cina Covid, Pechino accusa l’Italia: “Virus prima da voi”

Cina Covid, da Pechino arrivano illazioni che fanno storcere il naso qui in Italia. “La malattia è sorta lì, noi non c’entriamo niente”.

Cina Covid Italia
Accuse Cina Covid Italia FOTO Getty Images

Destano stupore le dichiarazioni che arrivano da organi governativi ufficiali di Pechino in relazione alla situazione Cina Covid. Infatti, mentre tutto il mondo ritiene Wuhan e la regione circostante come luogo di origine della malattia che si è poi diffusa in tutto il mondo, la stessa Cina punta il dito contro l’Italia per lo stesso motivo. Da Oriente arriva nei confronti del nostro Paese l’accusa di avere contribuito a far diffondere il virus.

Leggi anche –> Natale e Capodanno 2020, vietate le feste: scatta il coprifuoco

“L’Italia potrebbe essere il posto da cui tutto è sorto, non siamo noi cinesi ad averlo originato”. Dichiarazioni che arrivano a margine di un commento su uno studio proprio italiano compiuto dall’Istituto dei Tumori di Milano e dall”Università di Siena. La relazione Cina Covid sarebbe da smentire, secondo quanto sostengono da quelle parti. Lo studio italiano riferisce che ci sarebbe la probabilità che l’agente virale circolasse in Italia forse già da settembre 2019. Mentre la stessa Cina aveva dichiarato il primo caso ufficiale all’interno del proprio territorio solamente a gennaio 2020. I primi effetti da noi invece si sono cominciati a vedere da febbraio. Di questa situazione parla il ‘New York Post’, che rimarca come la Cina stia comunque facendo lo scaricabarile già con altre nazioni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Dpcm per Natale, i possibili provvedimenti: le novità dal 4 dicembre

Cina Covid, per Pechino la colpa della malattia è dell’Italia

Stavolta è toccato all’Italia dovere ricevere certe illazioni che sono comunque tutte da provare. Già la Spagna e gli Stati Uniti erano stati indicati da Pechino come i veri Paesi di origine della malati. Anche l’Oms poi aveva ammesso che il virus potrebbe avere viaggiato in maniera silenziosa prima del deflagrare dei casi. Ad ogni modo la Cina stessa ha annunciato con ritardo l’esistenza della pandemia. Senza contare come, un Paese che sfiora il miliardo e 400 milioni di abitanti, abbia ad un certo punto annunciato solo un paio di contagi al giorno ad un certo punto. È convinzione diffusa semmai che il virus sia giunto dalla Cina all’Italia a causa dei contatti commerciali tra le due nazioni e con i viaggi intercontinentali annessi.

Leggi anche –> Bevono gel igienizzante per le mani, morte sette persone