Vite al limite: Charly Pierce, la sua storia e com’è adesso

Charly Pierce aveva partecipato a “Vite al limite” insieme a sua mamma Charity e la loro storia aveva appassionato tutti. Come sono adesso?

charly pierce

Charly Pierce e sua mamma Charity erano due casi particolarmente gravi per il dottor Nowzaradan e la sua clinica di Houston, in Texas. Quando avevano partecipato a “Vite al limite” (“My 600lb life”, il titolo originale), pesavano più di 500 kg in due e avevano una storia difficile.

Leggi anche–> Vite al limite, la storia di Annjeanette finisce in tribunale

Charly ha continuato a dimagrire anche dopo il programma e adesso è completamente trasformata.

Com’è adesso Charly Pierce? 

Quando ha partecipato a “Vite al limite”Charly era stata portata dal dotto Nowzaradan da sua mamma Charity, anche lei partecipante, preoccupata per la salute della figlia che pesava oltre 200 kg. Dopo aver perso molti chili, come previsto dalla cura del dottore, Charly è stata finalmente sottoposta all‘intervento di bypass gastrico che consiste nel ridurre le dimensioni della stomaco e costringere il paziente ad ingerire quantità minime di cibo, favorendo il dimagrimento.

Leggi anche–> Vite al limite, la storia di J.T. Clark: ecco com’è diventato

Nonostante le difficoltà e gli alti e bassi, sia di Charly che di sua mamma, entrambe si sono comportate molto bene e sono riuscite a seguire le cure e le direttive del dottor Nowzaradan, perdendo entrambe molti chili. Charly ha dovuto anche far fronte al rapporto con sua mamma, non sempre facile, a causa della dipendenza da alcol e droghe ma che oggi sembra essere migliorato.

Leggi anche–> Vite al limite, il tragico ricovero di Robert: era oltre i 400 kg

Tramite i profili social delle due donne è evidente il loro incredibile cambiamento, dopo essere dimagrite tutti quei chili. Oggi Charly Pierce pesa 91 kg ed è più raggiante che mai! In un post su Facebook ha infatti scritto che quando si sente triste, le basta ricordarsi com’era prima di intraprendere il percorso di dimagrimento.