Polizia arresta un “cannibale”: ritrovano le ossa della vittima

A Berlino, la Polizia ha arrestato un presunto cannibale dopo aver ritrovato delle ossa umane in un parco, di una persona scomparsa.

La Polizia di Berlino ha ritrovato delle ossa umane all’interno di un parco nel nord della capitale, che ritengono siano appartenute ad un 44enne scomparso da due mesi. Un uomo è stato arrestato con un sospetto di omicidio a sfondo sessuale e cannibalismo.

LEGGI ANCHE -> Carola Rackete, nuovi guai: fermata dalla polizia in Germania

LEGGI ANCHE -> Alberto Genovese | Roberto Bolle suo vicino di casa chiamò la polizia

I cani da fiuto hanno guidato la Polizia berlinese a casa del sospettato, un insegnante di matematica di 41 anni, che risponde al nome di Stefan R. Delle tracce del sangue della presunta vittima sarebbero state trovate anche all’interno dell’appartamento, come riportato dai medici forensi. Le indagini sono già iniziate e hanno rivelato che l’uomo di 41 anni aveva effettuato delle ricerche online correlate al cannibalismo e aveva già cercato online delle cose morbose, come: “un uomo può sopravvivere quando gli viene tagliato il pene?“, che hanno portato infine al suo arresto.

LEGGI ANCHE -> Firenze, scontri tra manifestanti e polizia: almeno 10 le persone arrestate

Ossa ritrovate nel parco, opera di un cannibale

Delle persone che stavano facendo jogging nel parco di Bunch hanno trovato le ossa umane che, secondo la Polizia, sono i resti di Stefan Trogisch, scomparso da oltre due mesi. Come riportato dalle autorità, le ossa erano completamente prive di carne o sangue e hanno subito destato l’attenzione dei pedoni, che hanno pensato che la carne fosse stata rimossa artificialmente.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Il presunto killer ha visitato delle chatrooms online abbastanza rilevanti nel mondo del cannibalismo, così viene riportato dalle autorità tedesche. A causa delle leggi sulla privacy, non possono rivelare il cognome del sospettato. La vittima, Stefan Trogisch era un ingegnere elettrico, che era stato visto allontanarsi dal suo appartamento prima di mezzanotte il 5 di settembre ed è stato poi dichiarato scomparso dai suoi coinquilini. Non è più stato avvistato in seguito da nessuno ed è, pertanto, considerato la vittima più probabile dalle autorità.