Vaccino Oxford | con AstraZeneca efficacia del 99% e niente complicazioni

Dalla Gran Bretagna arriva la notizia sulla bontà del vaccino Oxford AstraZeneca, “efficace anche più di quelli Moderna e Pfizer-Biontech”.

vaccino Oxford AstraZeneca
Il vaccino Oxford AstraZeneca entra in gara contro Moderna e Pfizer-Biontech Foto dal web

Anche il vaccino Oxford AstraZeneca si unisce alla corsa contro i concorrenti Pfizer Biontech e Moderna. Il ritrovato messo a punto dalla celebre università britannica in collaborazione con l’azienda di biotecnologie anglo-svedese innesca una risposta robusta, come confermato in una nota diffusa nella giornata di ieri. E risulterebbe molto efficace anche nelle persone anziane.

Leggi anche –> Vaccino Pfizer Biontech | la risposta a Moderna | ‘Efficace al 95%’ | FOTO

In questo caso il tasso di immunità registrato è indicato in ben il 99%, a seguito di avvenute osservazioni su appositi soggetti. I test hanno incluso la partecipazione di 560 persone di tutte le età e non risultano esserci effetti collaterali di rilievo, se non qualche lieve reazione trascurabile. Il vaccino Oxford promette bene dunque, in quella che è una gara a chi farà il primo posto nel realizzare un ritrovato contro la pandemia in corso in tutto il mondo. Ad ogni modo i risultati di Oxford provengono da una fase precedente del test, quindi non è possibile stimare quanto bene il vaccino protegga contro il virus. Ma si tratta comunque di un grosso passo avanti compiuto. La stessa università inglese ha affermato che tra poche settimane arriveranno altri dettagli in merito.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Vaccino Oxford, grande efficacia dai test

Sarà più economico di Moderna e Pfizer-Biontech

I soggetti studiati hanno sviluppato degli anticorpi nei successivi 28 giorni dopo avere ricevuto la prima dose. Poi ulteriormente potenziati dopo una seconda. Desta curiosità il fatto che le controindicazioni sono sorte soprattutto negli individui giovani rispetto agli anziani. Ma il vaccino Oxford AstraZeneca ha comportato effetti collaterali per nulla importanti, rimarca ancora una volta l’università. Si tratta di stanchezza, mal di testa e dolori muscolari presto svaniti. La Gran Bretagna ha già preordinato 100 milioni di dosi di questo vaccino, che sarà pronto, come gli altri, nel corso del 2021. Si spera quanto prima. Il prezzo stimato potrebbe essere di poco più di 2 euro contro la media di quasi 18 euro dei concorrenti. Il nome scientifico del vaccino Oxford Moderna è ChAdOx1 nCov-2019, a svelare alcuni dettagli è la rivista specializzata di settore ‘The Lancet’.

Leggi anche –> Vaccino Moderna | l’annuncio grandioso | ‘È efficace al 94,5%’

Sono tre progetti molto diversi

I soggetti coinvolti nei test di efficacia avevano dai 18 ad oltre 70 anni di età. Su 560 individui, proprio 240 erano ultrasettantenni. Gli esperti comunque non sono certi che il livello di protezione sarà lo stesso tra giovani ed anziani. In ciò concorrono diverse cause. Per quanto riguarda i rivali Moderna e Pfizer Biontech, entrambi hanno parlato dei loro progetti fornendo un tasso di efficacia del 95%. Tutti questi comunicati votati all’ottimismo fanno pensare proprio ad una sorta di gara. Desta curiosità il fatto che i tre tipi di vaccino richiederanno esclusivamente delle temperature di conservazione diverse. Si va dai -70 di quello Pfizer Biontech a quelli da temperatura da frigorifero di Moderna, mentre il vaccino Oxford AstraZeneca può restare anche sui 5°. Attualmente sono in corso le verifiche richieste dalla cosiddetta fase 3, l’ultima prima di potere passare allo step burocratico nel quale verranno richiesti agli organi competenti i necessari permessi per la produzione e la distribuzione di massa.

Leggi anche –> Nebbia cognitiva | la sindrome che oscura la mente di chi è stato positivo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da AstraZeneca (@astrazeneca)