Zona rossa regole | massima allerta estesa anche ad altre regioni

Controlli zona rossa regole, la mappa in Italia è suscettibile di cambiamenti, alcune regioni rischiano di aumentare il proprio grado di rischio.

zona rossa regole regioni
Mappa zona rossa regole e possibili cambiamenti Foto dal web

Relativamente al riscorso zona rossa regole, la suddivisione in aree di rischio da parte del Governo attraverso l’ultimo Dpcm emesso ad inizio novembre ha portato all’istituzione di norme restrittive a seconda della situazione di riferimento. Questo si è reso necessario per cercare di portare la curva dei contagi ad una flessione, ed in effetti si riscontrano le prime sensazioni in tal senso.

Leggi anche –> Zona rossa | ‘Spesa in altri Comuni consentita se fa risparmiare’

Tuttavia permangono altre parti del nostro Paese nel quale la situazione necessita di un intervento urgente. Il caso in questione è relativo in particolare a Liguria, Puglia e Basilicata, attualmente in zona arancione ma che presto potrebbero diventare aree rosse. Già è accaduto lo stesso con Toscana e Campania prima e con Abruzzo poi. Le parti soggette a rischio più elevato per via della pandemia sono quindi ad oggi:

  • Lombardia
  • Piemonte
  • Valle d’Aosta
  • Provincia Autonoma di Bolzano
  • Valle d’Aosta
  • Calabria
  • Campania
  • Toscana
  • Abruzzo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Leggi anche –> Test rapidi | nel Lazio via alla distribuzione di massa nelle farmacie

Zona rossa regole, la mappa in Italia può ancora cambiare

In quella arancione permangono Emilia-Romagna, Umbria, Friuli-Venezia Giulia e Marche. Per Lazio, Sardegna, Molise, Veneto e Provincia Autonoma di Trento la situazione resta nel ‘giallo’. Da giallo ad arancione potrebbe passare a sua volta il Veneto. Tutto dipende dai dati sul numero dei contagi riscontrato nel corso degli ultimi giorni. Nonostante l’annunciata lieve flessione dei nuovi infetti, le cose continuano a restare difficili. Al punto che, in più di una circostanza, virologi, infettivologi ed altri esponenti del mondo scientifico italiano chiedono a gran voce al Governo ed alle autorità locali di non pensare affatto ad un allentamento delle strette in vista delle festività di fine anno. Nelle zone rosse permane una situazione di limitazione massima, che ricorda in molti casi il lockdown della primavera 2020.

Leggi anche –> Vaccino Pfizer Biontech | la risposta a Moderna | ‘Efficace al 95%’ | FOTO