Test rapidi | nel Lazio via alla distribuzione di massa nelle farmacie

Al via la possibilità di potersi sottoporre ai test rapidi antigenici o sierologici nelle farmacie di tutto il Lazio. Quando si comincia.

Test rapidi Lazio
Via ai test rapidi antigenici e sierologici nel Lazio Foto dal web

I test rapidi saranno disponibili in tutte le farmacie del Lazio a partire dalla giornata di giovedì 19 novembre 2020. Lo ha fatto sapere l’Assessorato alla Salute della Giunta presieduta dal governatore Nicola Zingaretti. I test rapidi saranno quelli antigenici e quelli sierologici. L’annuncio è arrivato attraverso un apposito comunicato emanato dalla Regione Lazio.

Leggi anche –> Vaccino Pfizer Biontech | la risposta a Moderna | ‘Efficace al 95%’ | FOTO

Tutte le carte risultano a posto e sono pronte per la distribuzione svariate dosi, con le farmacie informate della cosa e premunite in vista del via. Qualunque esercizio di questo tipo otterrà anche le istruzioni telematiche su come fare per registrare il traffico di utenti che avanzeranno richiesta per sottoporsi ai test rapidi. Le Asl locali di riferimento avranno a loro volta il compito di monitorare la situazione. Questa cosa è divenuta realtà a seguito di un accordo raggiunto tra la Regione e le associazioni che rappresentano i farmacisti. Ci sono dei costi per l’esecuzione dei test rapidi, che comunque non risulteranno proibitivi. In qualsiasi caso non verranno chiesti più di 20 euro per singola verifica riguardo al test sierologico e non più di 22 euro per quello antigenico.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Leggi anche –> Morta Martina Bonaretti, chi era la 21enne emiliana morta di Covid

Test sierologici, si parte nel Lazio: come procedere

Sarà necessario prendere un appuntamento per svolgere il test. In questo modo scenderanno di molto le poco piacevoli eventualità di assistere al formarsi di code all’esterno delle farmacie. Ciascuna di esse allestirà un apposito spazio separato ed adibito di tutto quello che serve per potere procedere. Al termine di ogni test verranno inseriti i dati del soggetto con tanto di risultato, sul sito ufficiale della Regione Lazio. Se ci sarà una riscontrata positività andrà poi condotto un tampone molecolare ulteriore, presentando la ricetta medica. Mentre chi ha condotto il test sierologico od antigenico sarà obbligato ad informare il Servizio Igiene e Sanità Pubblica facendo riferimento alla Asl di riferimento.

Leggi anche –> Negazionisti Covid | l’infermiera | ‘Anche morendo non credono al virus’