Massimo Galli | ‘Niente aperture a Natale | c’è in gioco la vita di tutti’

Parla Massimo Galli: l’eminente virologo ad ‘Agorà’ ribadisce con forza che non è possibile concedere più libertà per Natale 2020.

Massimo Galli virologo contagi
Ad ‘Agorà’ Massimo Galli parla di terapie intensive e dei contagi oggi Foto dal web

Il professor Massimo Galli interviene alla trasmissione di Rai 3 ‘Agorà’ per parlare ancora una volta dei contagi oggi. Il direttore del reparto di Malattie Infettive dell’ospedale ‘Sacco’ di Milano si concentra in particolare su quella che è la situazione delle terapie intensive. Il numero è molto elevato, “assai vicino ai 4mila posti occupati. Questo vuol dire che ci saranno altri decessi a causa della pandemia. E purtroppo i nuovi letti disponibili avvengono più dai decessi che dalle dimissioni”.

Leggi anche –> Lombardia, Fontana: “In zona rossa fino al 27 novembre”

Già da settimane gli esperti sia dell’ambito medico che di quello scientifico indicavano in novembre un periodo molto difficile. Con il picco dei contagi oggi che dovrebbe manifestarsi poi entro la prima metà di dicembre. Nel corso della sua intervista, Massimo Galli conferma la cosa parlando di plateau. Questa è una cosa buona, vuol dire che le misure restrittive che sanno tanto di lockdown stanno avendo i primi effetti. E che la maggior parte degli italiani ha compreso che occorre assumere un comportamento responsabile. Ne va della sicurezza di sé stessi e dei propri cari.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Leggi anche –> Proposta delle Regioni al Governo: “Abolite i 21 indicatori per decidere le zone”

Massimo Galli: “Niente aperture per il periodo natalizio, sarebbe un guaio”

“Ma ci saranno ancora delle vittime”, rimarca ancora Massimo Galli. Che da par suo si dimostra del tutto contrario a qualsiasi tipo di apertura. Il timore che l’incombere delle festività natalizie porta nelle menti di virologi ed infettivologi è che possa esserci una maggiore permissività a dicembre, magari in accoppiata con un tanto auspicato calo della curva dei contagi. “Invece non deve essere così. Capisco che la politica debba trasmettere un messaggio rassicurante alla popolazione. Ma gli sconti non ci sono di aiuto”.

Leggi anche –> Il ministro Speranza: “Il virus non scompare, vaccinazioni in primavera”