Bimba di 2 anni morta: trovata con “ferite gravi”, arrestato 26enne

Il dramma di una bimba di 2 anni morta: trovata con “ferite gravi” e portata in ospedale, arrestato 26enne, accusa gravissima.

Un uomo è stato arrestato in seguito alla morte di una bambina di due anni in ospedale giovedì. Il 26enne è stato trattenuto dalla polizia perché sospettato dell’omicidio di Grace Thorpe di New Marske nel North Yorkshire. La bimba è stata portata d’urgenza alla Royal Victoria Infirmary in condizioni critiche dopo che i servizi di emergenza sono stati chiamati in una villetta a schiera a New Marske.

Leggi anche: Bambina di 11 mesi annega nella vasca da bagno: era stata lasciata sola dalla nonna

Un portavoce della polizia ha sottolineato: “Sebbene la perdita di una vita sia tragica, la perdita di un bambino è particolarmente devastante e la famiglia di Grace è comprensibilmente sconvolta. I nostri pensieri rimangono con la famiglia di Grace e tutti coloro che sono stati colpiti dalla sua perdita”.

Leggi anche: Bambina uccisa | pugnalata a 4 anni | forse omicidio suicidio della madre

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La bimba di 2 anni morta in ospedale: ipotesi omicidio

“Stiamo lavorando duramente per stabilire tutte le circostanze che hanno portato alla sua morte e abbiamo un team che si occupa esclusivamente del caso”, ha fatto sapere il portavoce della polizia. Poi ha lanciato un invito: “Vorremmo anche esortare le persone a essere consapevoli di ciò che pubblicano sui social media, in particolare per quanto riguarda la speculazione su questi fatti. Questo è un caso legale aperto e abbiamo una persona in custodia di polizia”.

Quanto accaduto ha sconvolto la comunità cittadina e ha avuto vasto rilievo: i vicini sono rimasti scioccati dalla notizia e molte persone hanno espresso il loro dolore sui social media dopo aver saputo della morte della bambina. Una donna ha detto di non riuscire a darsi pace dopo aver appreso la notizia: “Mi sono svegliata con la peggiore notizia di sempre. Ho abbracciato il mio bambino molto forte la scorsa notte e continuerà a farlo ogni giorno”.