Vaccino Covid | il piano di Pfizer BioNTech | ‘Pronte 1,2 miliardi di dosi’

Le multinazionali Pfizer BioNTech hanno sorpreso tutti con l’annuncio sul loro vaccino Covid “efficace al 90%”. Quando sarà pronto.

Vaccino Covid Pfizer BioNTech
Pfizer BioNTech il loro vaccino Covid distribuito entro pochissimi mesi FOTO Getty Images

Il vaccino Covid annunciato da Pfizer BioNTech ha portato all’avvertire di maggiore fiducia riguardo a quelli che saranno i prossimi mesi. Le due aziende da tempo lavorano ad un ritrovato capace di tenere sotto controllo il virus, la cui epidemia ha messo il mondo intero in ginocchio. Un comunicato ufficiale ha reso noto dei una riscontrata efficacia al 90%, anche se mancano ancora alcuni step da raggiungere.

Leggi anche –> Nuovo lockdown | i medici italiani | ‘Ospedali saturi | va fatto subito’

Ma Pfizer-BioNTech si dice fiduciosa sul fatto di potere ottenere presto i permessi burocratici necessari per poi procedere alla realizzazione in serie del suo vaccino Covid. Si punta ad avere il placet già entro fine novembre ed a produrre le prime unità del siero a dicembre. Tanto la statunitense Pfizer quanto la tedesca BioNTech sono poi sicure che la validità del loro vaccino possa durare anche più di un anno. Questa notizia, arrivata nella giornata del 9 novembre 2020, ha portato Wall Street a chiudere in positivo. Anche se per alcuni l’annuncio dato in concomitanza della certezza della nomina a presidente degli Stati Uniti in favore di Joe Biden è parsa studiata. Fatto sta che se due colossi farmaceutici parlano di sviluppi positivi in merito a quella che è la loro ricerca congiunta, c’è da fidarsi. Perché ne va della loro immagine.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Monza, gli ospedali sono al collasso: “Ora Codogno siamo noi”

Vaccino Covid, il piano di Pfizer BioNTech

Ma ci sarà ancora da contrastate il virus con le misure ad oggi ritenute più efficaci. Ovvero mascherine correttamente indossate su naso e bocca, sempre, Distanziamento sociale e l’evitare assembramenti. La diffusione del vaccino Covid richiederà ancora del tempo per la distribuzione. Che ad ogni modo verrà riservata anzitutto a malati gravi, operatori medici e forse dell’ordine. Da Pfizer-BioNTech è arrivata anche la dichiarazione sul volere produrre 50 milioni di dosi entro questo mese di dicembre, appena i permessi necessari dalle autorità preposte giungeranno. Poi altri 1,3 miliardi arriveranno nel 2021.

Leggi anche –> L’Iss lancia l’allarme: “Rischio di epidemia non controllata e non gestibile”

Quali sono gli altri progetti concorrenti

Agli Stati Uniti andranno 100 milioni di dosi, con un accordo già chiuso sulla base di 2 miliardi di dollari. In corsa per la produzione di un altro vaccino con ulteriori progetti e ricerche autonome risultano esserci anche AstraZeneca con Università di Oxford, Moderna e Johnson&Johnson. Ma anche Russia e Cina hanno parlato di loro prototipi molto promettenti contro il virus, nonostante non abbiano rilasciato ulteriori informazioni. Cosa che lascia il resto del mondo alquanto diffidente riguardo a queste affermazioni.