Coronavirus, zona arancione: aumento delle restrizioni in 5 Regioni

Si allarga la zona arancione in Italia: aumento delle restrizioni Coronavirus in altre 5 Regioni, quali sono e cosa significa.

(VINCENZO PINTO/AFP via Getty Images)

Aumentano le Regioni inserite in zona arancione, in base all’ultimo DPCM del governo che prevede che l’Italia sia divisa in tre zone. Si allarga dunque la platea di Regioni con rischio medio-alto. Tutto questo avviene a pochissimi giorni dall’avvio delle nuove restrizioni inserite nelle norme di contenimento del Coronavirus.

Leggi anche: Campania, da zona gialla ad arancione in pochi giorni: è possibile?

Ancora una volta, contrariamente a quanto si potesse pensare, la Campania non viene inserita nella fascia di rischio più alta. Quindi resterebbe in zona gialla. Sono invece cinque le Regioni che vengono inserite in zona arancione. Questo impedisce di fatto anche l’accesso in queste Regioni, fatte salve le motivazioni di salute e lavoro, ad esempio.

Leggi anche: Dpcm, in vigore le nuove restrizioni: le multe per chi non rispetta le regole

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Quali sono le 5 nuove Regioni in zona arancione Coronavirus

L’elenco aggiornato delle Regioni che passano a una fascia di rischio medio-alta non è stato ancora ufficializzato, ma poco fa il presidente della regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha anticipato quella che è stata la decisione del governo. Lo ha fatto con un tweet e poco dopo anche la Liguria, attraverso fonti interne, ha confermato le ultime disposizioni prese dall’esecutivo Conte rispetto alle nuove regioni da inserire nella zona arancione.

Marsilio su Twitter ha spiegato: “Il ministro Speranza mi ha anticipato poco fa l’esito della riunione che ha stabilito il passaggio dell’Abruzzo, insieme ad altre quattro Regioni – Umbria, Basilicata, Liguria e Toscana – nella zona arancione. Gli effetti del provvedimento che il ministro si appresta a firmare in serata avranno decorrenza dalla giornata di mercoledì”.