Medico positivo | lui ne era consapevole ma ha visitato i pazienti

Pur sapendo di essere contagioso, un medico positivo ha continuato a svolgere visite in casa dei suoi pazienti. Questa la sua giustificazione.

Medico positivo visita pazienti
In provincia di Cuneo medico positivo visita pazienti Foto dal web

Il comportamento estremamente incosciente di un medico positivo ha messo ora a rischio contagi oggi diversi suoi pazienti. Infatti questo medico di base che esercita in una località situata in provincia di Cuneo aveva contratto il virus nei giorni scorsi. Nonostante fosse perfettamente a conoscenza di essersi ammalato a causa della pandemia in corso da mesi in Italia, il dottore ha continuato a girare di casa in casa per dei consulti e delle visite.

Leggi anche –> Carlo Conti come sta | costretto a rinunciare a ‘Tale e Quale Show’

Una volta scoperto però è stato segnalato alla Asl. Gli viene imputata la violazione della quarantena, oltre ad una serie di altre irregolarità. E per via di questa controversa situazione, il medico positivo rischia una multa che oscilla tra i 500 ed i 5mila euro ed anche un provvedimento penale significativo. Per i reati che gli vengono contestati, il medico positivo potrebbe anche finire con l’essere condannato ad una pena detentiva che va da un minimo di 3 mesi ad un massimo di un anno e mezzo. Tra i pazienti ai quali il dottore ha fatto visita c’è anche un individuo affetto da cancro.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Zone rosse | cosa è possibile fare e quali negozi restano aperti

Medico positivo, lui si difende: “Ho fatto tre tamponi rispettando sempre le regole”

Il professionista ha 59 anni e ha anche fornito una giustificazione sul perché si è comportato in questa maniera. Lui ammette di avere trovato un esito positivo ad un primo tampone. Ma ad un successivo controllo, svolto con test sierologico, il responso è risultato negativo, e così pure dopo un terzo tampone. Il medico è sempre risultato asintomatico e dice di essersi sentito bene in maniera costante. Per questo motivo ha portato avanti il proprio lavoro come se niente fosse. E sempre nel pieno rispetto delle norme di sicurezza ben note a tutti. Poi però, una settimana fa, i carabinieri lo hanno raggiunto interrompendone l’attività.

Leggi anche –> Autocertificazione Covid | torna il modulo per spostarsi | dove scaricarlo