Contagi oggi | lunga coda di ambulanze all’ospedale di Foggia | FOTO

All’esterno del Policlinico di Foggia si è riversata una fila considerevole di ambulanze. La cosa spiega la portata dei contagi oggi.

contagi oggi Foggia
Fila di ambulanze con pazienti positivi contagi oggi Foggia Foto dal web

C’è una triste sfilata di ambulanze all’esterno dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Foggia. È quanto si vede da alcune immagini finite online su diversi social network e che testimoniano quanto grave e pesante sia la situazione legata ai contagi oggi nella città pugliese e provincia.

LEGGI ANCHE –> Carabiniere morto | Salvatore stroncato dal virus dopo giorni di ricovero

Le testimonianze si riferiscono alla serata di lunedì 2 novembre 2020. A bordo delle ambulanze ci sono esclusivamente persone ammalate per via della pandemia in corso o sospette tali. Una fila molto lunga di soccorsi medici in coda in alcuni casi fin dal mattino. Lo stesso è avvenuto anche presso la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotodono, località nota per avere ospitato a lungo San Pio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

LEGGI ANCHE –> Dpcm, Crisanti: “Attenzione, le regioni potrebbero truccare i dati”

Contagi oggi, strutture mediche del Foggiano in affanno

Anche se in questo caso sembra che il tutto sia da ricondurre a delle operazioni di necessaria sanificazione per rendere sterili gli ambienti. Ad ogni modo la situazione sui contagi oggi alla Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Foggia si sta facendo via via sempre più complicata. Lo fa sapere la direzione della stessa struttura sanitaria, che accoglie pazienti da tutto il territorio circostante. Il personale medico si sta facendo in quattro per dare soccorso a tutti. La coda di ambulanze cariche di pazienti positivi è perdurata per il corso di tutta la notte tra lunedì 2 e martedì 3 novembre, fino a sparire dopo diverse ore.

LEGGI ANCHE –> Lockdown, il professor Locatelli: “Il coprifuoco chiamatelo in un altro modo”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Una bambina svedese di 7 anni, in vacanza in Toscana con la propria famiglia è stata morsa da un pipistrello. La Puglia, con il Centro Antiveleni del Policlinico Riuniti di Foggia, è stata l’unica regione in Italia a poter offrire assistenza. Eravamo gli unici ad avere la disponibilità immediata dell’antidoto necessario, come ha rilevato una ricerca dei clinici del Pronto Soccorso di Livorno e la conferma dell’Istituto Superiore Sanità. Attivato in emergenza, lo staff del Centro Antiveleni del Policlinico Riuniti di Foggia, diretto dalla Dott.ssa Anna Lepore, ha coordinato l’intero iter. Tutto è andato bene e la piccola è stata dimessa♥️ *** Questa è una bella testimonianza dell’eccellenza della nostra sanità: il Centro Antiveleni di Puglia è una struttura indispensabile, a livello nazionale e regionale, nella gestione e nella fornitura in urgenza degli antidoti di difficile reperimento. #puglia #regionepuglia #ospedaliriunitifoggia #centroantivelenipuglia #sanita #sanitapuglia

Un post condiviso da Michele Emiliano (@michele.emiliano) in data: