Seconda ondata | Lopalco | ‘Limitare i contatti | l’aperitivo deve sparire’

Pier Luigi Lopalco nella seconda ondata parla della importanza assoluta di impedire gli incontri “almeno per le prossime 2-3 settimane”.

seconda ondata Lopalco aperitivo
Per Pierluigi Lopalco aperitivo del tutto da abolire nella seconda ondata Foto dal web

All’interno della trasmissione ‘Omnibus’ in onda su La7 ha parlato l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, consulente della Regione Puglia per la gestione della crisi legata alla seconda ondata. Lopalco ha anche assunto la nomina ad assessore alla Sanità. A suo dire la ripresa massiccia del contagio è avvenuta a causa di una sorta di andamento naturale della pandemia.

LEGGI ANCHE –> Nuovo Dpcm | zone rosse e coprifuoco dalle 18 in regioni a rischio

“Il virus è presente in maniera continua nel nostro Paese almeno da febbraio e non può scomparire da un momento all’altro. In estate la circolazione era molto bassa e l’apertura delle discoteche non ha influito”. A detta dell’epidemiologo, nonostante i tanti e massicci assembramenti avvenuti, non c’erano positivi. E fa un esempio. “In Salento si riscontra un elevato numero di discoteche e di locali notturni. Oggi proprio il Salento è la zona della Puglia meno colpita dalla seconda ondata. Segno che bisogna osservare per bene le situazioni a livello locale”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Negazionisti | la provocazione del medico | ‘Un bel tour in ospedale per voi’

Seconda ondata, lo scopo è limitare mobilità ed assembramenti

Con molta probabilità verrà emanato un nuovo Dpcm che introdurrà misure ancora più restrittive per le zone a rischio. Secondo Lopalco c’è la necessità di dovere spiegare il momento attuale alla popolazione senza instillare la paura. “Le chiusure riguardano delle inevitabili ripercussioni su quello che è l’aspetto economico. Capisco chi protesta per i problemi di questo tipo che la chiusura della propria attività ha comportato. Ma la priorità è garantire la sicurezza alle persone in un momento come questo”. L’obiettivo primario resta sempre impedire gli assembramenti ed in contatti fisici diretti non necessari.

LEGGI ANCHE –> Rocco Barocco positivo | lo stilista ricoverato con respirazione assistita

“Le scuole elementari potrebbero restare aperte”

Gli incontri per l’aperitivo o per i momenti di svago sono assolutamente da evitare, per l’epidemiologo. Che ammette le uscite di casa solamente per questioni serie, come il dovere andare a lavorare, o per motivi legati alla salute. Fare così per le prossime due o tre settimane potrebbe poi contribuire ad alleggerire una situazione che, in questa seconda ondata della pandemia, diventa ogni giorno sempre più pesante. Per quanto riguarda le scuole, Lopalco è invece favorevole a tenere aperte le sole elementari, demandando alla didattica a distanza tutte le altre.

LEGGI ANCHE –> “Mi sento bene”, nel giro di 24 ore 52enne muore per il virus