Cielo del mese di novembre 2020: appuntamenti con le stelle cadenti

Cielo del mese di novembre 2020: da non perdere gli appuntamenti con le stelle cadenti. Tutte le info.

cielo mese novembre 2020
Stelle cadenti (Foto di Free-Photos da Pixabay)

Un altro mese è iniziato, il penultimo di un anno molto difficile che tuttavia ci ha regalato splendidi fenomeni in cielo: dalle congiunzioni tra la Luna e i pianeti, alla cometa d’estate fino alle stelle cadenti che in questo novembre ci regaleranno ben quattro appuntamenti imperdibili.

Anche i pianeti non mancheranno di dare spettacolo, così come le congiunzioni con la Luna. Ecco gli eventi da segnare in agenda per questo mese.

Leggi anche –> Covid e nuovo DPCM: si va verso la chiusura dei musei

Cielo del mese di novembre 2020: le stelle cadenti

In questi tempi di nuovi lockdown, chiusure di locali pubblici e coprifuoco ci è rimasto il cielo notturno. Nessuno può toglierci il suo spettacolo, anche se certo osservarlo dalle città illuminate non è così agevole. La Luna, i pianeti e le stelle più luminose possiamo ammirarli anche dalla finestra di una casa in città. Se siamo fortunati possiamo cogliere anche qualche stella cadente, il mese di novembre ci regalerà ben quattro appuntamenti con altrettanti sciamo meteorici, prima del grande spettacolo di dicembre con le Geminidi.

Puntuale, come ogni mese, l’UAI – Unione Astrofili Italiani segnala tutti gli eventi da non perdere nel cielo di novembre 2020.

Sole e Luna

Il 23 novembre il Sole passa dalla costellazione della Bilancia a quella dello Scorpione. Già il 29, tuttavia, sarà nella costellazione dell’Ofiuco, la 13^ costellazione dello zodiaco.

  • 1 novembre: il Sole sorge alle 6.45; tramonta alle 17.06
  • 15 novembre: il Sole sorge alle 7.02; tramonta alle 16.51
  • 30 novembre: il Sole sorge alle 7.20; tramonta alle 16.42

Durante il mese di novembre le giornate si accorciano di circa 59 minuti.

Le fasi lunari di novembre 2020

  • 8 novembre: Ultimo Quarto (ore 14:46)
  • 15 novembre: Luna Nuova (ore 06:07)
  • 22 novembre: Primo Quarto (ore 05:45)
  • 23 ottobre: Luna Piena (ore 10:30)
cielo mese novembre 2020
Cielo notturno con luna (iStock)

I pianeti visibili nel cielo di novembre 2020

Gli appuntamenti da non perdere con i pianeti da osservare nel cielo notturno di novembre, come e quando saranno visibili.

Mercurio: raggiunge la migliore visibilità mattutina dell’anno ll’11 novembre, sorgendo un’ora e 41 minuti prima del Sole. Quasi tutto il mese Mercurio sorgerà più di un’ora prima del Sole. Apparirà basso sull’orizzonte orientale prima dell’alba.

Venere: il pianeta luminoso in cielo si osserva al mattino presto, prima del sorgere del Sole. Nel corso del mese sorgerà sempre più tardi: a inizio novembre sorge tre ore prima del Sole a fine mese solo mezz’ora prima. Venere si scorge sull’orizzonte Sud-Est, nella costellazione della Vergine, a fine mese in quella della Bilancia.

Marte: durante il mese di novembre, la distanza di Marte aumenta e la sua luminosità diminuisce. Il pianeta rosso si può osservare per gran parte della notte, anticipando l’orario del suo tramonto. Dopo essere culminato a Sud, nelle ore centrali della notte Marte scende a Sud-Ovest. Il pianeta rimane nella costellazione dei Pesci.

Giove: il pianeta più grande del sistema solare torna ad essere l’oggetto più luminoso del cielo serale, con Marte che riduce la sua luminosità. Possiamo osservarlo, però, solo poche ore dopo il tramonto del Sole. Lo osserviamo nel cielo a Sud-Ovest, nella costellazione del Sagittario. Durante il mese di avvicinerà a Saturno.

Saturno: le condizioni di osservabilità sono le stesse di quelle di Giove. Il pianeta è basso sull’orizzonte occidentale. Si avvicina al confine tra le costellazioni del Sagittario e del Capricorno. Sarà raggiunto da Giove.

Urano: il pianeta è ancora osservabile quasi tutta la notte. Compare nel cielo a Est, per poi culminare a Sud nella prima parte della notte, nella costellazione dell’Ariete.. Per osservare Urano serve il telescopio.

Nettuno: il pianeta si può osservare nella prima parte della notte, mentre culmina a Sud. Intorno a mezzanotte si avvicina all’orizzonte occidentale. Per osservarlo occorre il telescopio. Nettuno rimarrà nella costellazione dell’Acquario fino al 2022.

Plutone: il 12 novembre si verifica la terza congiunzione con Giove dell’anno 2020. Invisibile a occhio nudo, serve un telescopio potente per osservarlo. Plutone tramonta presto nel cielo della sera.

Le congiunzioni nel cielo del mese

Luna – Venere – Mercurio: al mattino presto del 13 novembre, prima del sorgere del Sole, è attesa una concentrazione di astri nella costellazione della Vergine: vedremo Venere poco sopra la sottile falce di Luna calante, che sorgerà insieme alla stella Spica. Sull’orizzonte orientale privo di ostacoli, si potrà scorgere Mercurio.

Luna – Giove – Saturno: nelle prime ore della sera del 19 novembre, sull’orizzonte a Sud-Ovest, appuntamento con uno spettacolare incontro tra la Luna crescente e la coppia di pianeti giganti sempre più vicini, Giove e Saturno, nella costellazione del Sagittario.

Luna – Marte: nella notte del 25 novembre potremo osservare la Luna che si avvicina a Marte. Il pianeta rosso sarà ancora nella costellazione dei Pesci, mentre la Luna si troverà nella costellazione della Balena.

Stelle cadenti di novembre 2020

Insieme alle congiunzioni del mese, i grandi appuntamenti del mese sono quelli con le stelle cadenti di novembre. Ben quattro eventi con altrettanti sciami meteorici. Le piogge di meteore tipiche del mese sono quelle delle Tauridi e delle Leonidi, ma non sono le uniche.

Le Tauridi sono una corrente meteorica di lunga durata, che va da metà settembre a dicembre, originata probabilmente da frammenti della cometa Encke insieme ad altri frammenti di asteroide. Le Tauridi sembrano irradiarsi da un’area del cielo a pochi gradi sud-ovest delle Pleiadi, con due radianti, a nord e a sud dell’eclittica. Nei primi quindici giorni di novembre aumentano di numero. I giorni di maggiore attività sono previsti al 3 novembre (Tauridi sud) e al 12 novembre (Tauridi nord). Le Tauridi sud saranno disturbate dalla luce della Luna, ancora nella fase di plenilunio, mentre sarà più favorevole l’osservazione delle Tauridi nord. Già il 7-8 novembre, si potrà osservare la maggior frequenza delle Tauridi più luminose.

Le Leonidi sono la corrente meteorica più famosa e possono avere apparizioni spettacolari, alternati a momenti in cui si comportano come sciami minori. Le Leonidi sono particelle rilasciate dalla cometa Tempel-Tuttle che raggiungono il picco di attività nei giorni 17-18-19 novembre. Quest’anno non si prevedono apparizioni spettacolari, vedremo soprattutto meteore di bassa luminosità, con un aumento della frequenza tra il 17 e il 18 novembre. L’osservazione, tuttavia, sarà favorita dall’assenza della Luna. Il radiante vicino alla stella gamma Leonidi sarà sopra l’orizzonte da circa mezzanotte in poi.

Gli altri due appuntamenti con le stelle cadenti saranno nella seconda parte del mese con le alfa Monocerontidi e le Andromedidi. Le prime raggiungeranno il loro picco massimo il 21 novembre, le seconde intorno a metà novembre e tra fine mese e inizio dicembre.

Le Andromedidi sono frammenti della cometa 1741 Biela che nel 1852 si ruppe in due. Queste meteore sono composte da numerosi filamenti che incontrano la Terra in momenti diversi, per questo motivo hanno diversi picchi di attività: 12-14 novembre e tra fine novembre e inizio dicembre.

Per ulteriori informazioni: divulgazione.uai.it/index.php/Cielo_di_Novembre_2020

cielo mese novembre 2020
Stelle cadenti (iStock)