Von Der Leyen, l’annuncio: “Vaccini pronti in tutta Europa da aprile”

La presidente della Commissione UE, Ursula von der Leyen, ha avvertito che i vaccini per il Coronavirus saranno disponibili da aprile 2021.

La presidente della Commissione UE, Ursula von der Leyen, in una recente conferenza, ha affermato che in Europa, se si guardano le previsioni più ottimistiche, sarà possibile procedere con la prima fase di vaccinazioni contro il Coronavirus a partire da aprile 2021.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, Mentana: “Lockdown inevitabile, non nascondiamo la verità”

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, positivo Rocco Siffredi con tutta la sua famiglia

Secondo Ursula von der Leyen, da aprile 2021 sarà possibile procedere con la vaccinazione di circa 700 milioni di persone. Gli accordi siglati con le case farmaceutiche per l’Unione Europea consentiranno infatti di distribuire, secondo il migliore scenario possibile, tra le 20 e le 50 milioni di dosi al mese da quando le prime aziende saranno pronte. Tutto questo sarà possibile soltanto se, come ha precisato la presidente della Commissione UE: “Se tutti i candidati che abbiamo nel nostro ventaglio per la produzione dei vaccini dovessero avere successo“. Poi ha proseguito aggiungendo che: “Nel corso del 2021 avremo 1 miliardo e 200 milioni di dosi con cui potremo vaccinare 700 milioni di persone, più del necessario per l’Unione Europea, e potremo includere anche altre nazioni a reddito medio-basso“.

LEGGI ANCHE -> GF Vip, nuovi ingressi fermi per Coronavirus: potrebbe saltare tutto

Ursula von der Leyen, le nuove misure europee

La presidente della Commissione Europea ha invocato l’unità dei 27 Stati membri riguardo l’importanza di attuare delle iniziative per arginare la seconda ondata del Coronavirus: “Nessuno Stato uscirà in sicurezza da questa pandemia fino a quando non lo faranno tutti“. La von der Leyen ritiene che: “Molte cose sono state fatte in modo corretto nella prima ondata, però le strategie di deconfinamento sono state troppo veloci. Le misure sono state allentate troppo presto, ecco perché c’é la seconda ondata che non sappiamo neppure se sarà l’ultima“.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Il vertice di Palazzo Berlaymont è tornato a sottolineare che “la situazione del Covid-19 è molto grave. Dobbiamo intensificare la risposta dell’UE“. Per questo è importante che l’esecutivo europeo lanci delle misure nella lotta contro il virus, dall’aumentare l’accesso ai test rapidi e preparare campagne di vaccinazione a facilitare le alternative per i viaggi sicuri quando è necessario. “Invito gli Stati membri a collaborare strettamente. Misure coraggiose intraprese ora aiuteranno a salvare vite umane“, ha concluso Ursula von der Leyen.