La tempesta Zeta si trasforma in uragano: le ultime news

Da semplice tempesta a uragano. Zeta fa paura e il Messico e lo Yucatan si tengono pronti al peggio. 

La tempesta Zeta diventa uragano
L’uragano

La tempesta Zeta sta prendendo sempre più forza e, a breve, potrebbe diventare un uragano. È l’allarme che è stato inviato dai meteorologi locali che hanno spiegato come, col passere dei giorni, abbia preso sempre più forza e oggi si stia avvicinando alle spiagge del Messico con una potenza pari a quella di un uragano.

L’arrivo di Zeta è previsto per mercoledì sulle coste degli Stati Uniti e questa è la 27esima dell’anno ad abbattersi proprio sulle aree del Nord Atlantico.

Dove si trova e dove è diretto

L’uragano Zeta oggi si trova sotto Cuba e porta con sé venti fortissimi. Si parla di raffiche oltre i 150 chilometri orari e le piogge torrenziali hanno già iniziato a cadere con forza e violenza sul territorio tanto che si prevedono accumuli tra i 100 e i 200 millimetri.

In molti si chiedono dove è diretto Zeta e dove colpirà maggiormente questo uragano. Secondo quanto riporta IlMeteo, prendendo informazioni dal National Hurricane Center, lungo il Golfo del Messico accumulerà sempre più energia e si indirizzerà verso Florida e Louisiana, Isole Cayman e Giamaica.

Chiaramente non vi è nulla di certo. La tempesta, perché a oggi è ancora solo una tempesta tropicale, potrebbe anche cambiare improvvisamente rotta. Oppure potrebbe anche perdere forza. Bisogna solo aspettare.

Cosa succederà nelle prossime ore

L’arrivo e la trasformazione in uragano della tempesta Zeta fa capire, spiegano i meteorologi, come quest’anno e soprattutto in questa precisa stagione ci sia una grandissima facilità di nascita di fenomeni meteo come questi. Prima di questa tempesta, ricordiamo Epsilon, che aveva fatto rabbrividire milioni di persone.

Oltre a analisi di questo tipo non possiamo però dirvi altro. Per ora infatti i meteorologi locali restano in attesa di vedere l’evoluzione della situazione e se veramente la tempesta tropicale Zeta recupererà tutta questa forza una volta arrivata sul Golfo del Messico. Le prossime ore sono dunque cruciali, sia per capirle potenza dei fenomeni, sia per preparare la popolazione.