Manifestazioni violente, forze dell’ordine preoccupate: la situazione potrebbe peggiorare

Le forze dell’ordine sono preoccupate per le conseguenze che le violente manifestazioni dei giorni scorsi potrebbero avere sul nostro paese.
Dopo le manifestazioni violente degli ultimi giorni, cresce la preoccupazione anche all’interno del Viminale. Il governo è preoccupato per le tensioni sociali già esplose nel paese, e per quelle che potrebbero esplodere nei prossimi giorni. Sul sito ufficiale di Ansa.it si legge: “Le manifestazioni dei giorni scorsi a Napoli, Roma e Torino sono un campanello d’allarme, anche se si è trattato di situazioni ben connotate: chi si è reso protagonista degli scontri con le forze di polizia, in sostanza, non aveva nulla a che vedere con le categorie che in qualche modo sono state più colpite dalla crisi di questi mesi”. Ma chi erano, allora, le persone che hanno deciso di dare fuoco e fiamme a tre delle città più importanti d’Italia? Soggetti appartenenti ad ambienti “che avevano il preciso scopo di provocare disordini: ultras, estremisti di destra, centri sociali, soggetti che vivono di espedienti e piccoli reati utilizzati come manovalanza dalla criminalità organizzata”. La situazione, già di per sé abbastanza drammatica, potrebbe ancora peggiorare.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Violenza a Torino, 10 arresti durante la manifestazione contro nuovo dpcm

Manifestazioni violente contro il nuovo dpcm, la situazione potrebbe esplodere

La rabbia e la frustrazione crescente in Italia preoccupano gli organi di governo e le forze dell’ordine. Ministero e Dipartimento della Pubblica Sicurezza sono in costante contatto con i rappresentanti locali delle forze di polizia per rivedere la strategia di reazione, e intervenire in modo utile per intercettare le situazioni più a rischio prima che esplodano. Diverse categorie sociali, infatti, potrebbero approfittare della situazione per alimentare le tensioni a proprio favore. Sempre sul sito di Ansa.it si legge che fonti qualificate degli apparati di sicurezza ritengono che “la questione dell’ordine pubblico è diventata molto sensibile, e vanno disinnescate le situazioni più a rischio”. Già in questi giorni, hanno spiegato, sono state messe in campo azioni preventive: “non saranno tollerati eccessi”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!