Violenza a Torino, 10 arresti durante la manifestazione contro nuovo dpcm

Scontri e vandalismo a Torino, la manifestazione contro il nuovo dpcm si è trasformata in una guerra. Arrestati 10 ragazzi giovanissimi.

Guerra e fuoco ieri notte a Torino, dove la manifestazione di protesta contro l’ultimo dpcm si è trasformata in un vero e proprio campo di battaglia: i vandali hanno lanciato bottiglie, pietre e bombe carta contro le forze dell’ordine. Queste pare abbiano inizialmente risposto con cariche di alleggerimento, e poi con lacrimogeni (utili a disperdere i manifestanti) quando la situazione si è aggravata. Sotto assedio tutta la zona del centro, comprendente Piazza Castello e le più importanti vie limitrofe, tra cui la ricca via Roma. Proprio in via Roma sono state scattate la maggior parte delle fotografie che oggi spopolano sui social, tra cui l’ormai iconica vetrina di Gucci in frantumi.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Covid, scene di guerriglia a Torino e Milano: la protesta divampa in tutta Italia

Chi sono i ragazzi arrestati a Torino

Due ragazzi, di cui uno minorenne, sono stati arrestati dopo aver distrutto e saccheggiato il negozio di Gucci a Torino; altri tre, sempre giovanissimi, per furto aggravato da Louis Vuitton, poco lontano. Oltre ai cinque arresti menzionati, quattro ragazzi sono stati denunciati per quanto è successo fuori dai negozi firmati. Arrestato per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale anche un uomo adulto, che ieri sera è stato sorpreso a dare alle fiamme alcuni cassonetti dell’immondizia insieme ad una ragazzina di 17 anni. Nessuno dei vandali torinesi sarebbe titolare di un’attività o dipendente di un esercizio pubblico. Pare infine che siano poco più di una decina le persone rimaste ferite negli scontri: tra di loro anche poliziotti e un fotoreporter, colpito alla testa da una bottiglia di vetro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Torino via Roma @welcometofavelas_4k

Un post condiviso da Welcome To Favelas (@welcometofavelas__) in data:

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!