Covid, Gimbe: “Raddoppiati i contagi e i decessi, saltato il sistema di tracciamento”

Covid, Gimbe: “Raddoppiati i contagi e i decessi, saltato il sistema di tracciamento”. L’andamento del contagio, nell’ultima settimana sul nostro territorio nazionale, è in netta crescita. Riusciranno le nuove misure stabilite nel Dpcm ad arrestare il trend?
Covid

Il monitoraggio sull’andamento del contagio in Italia, effettuato dalla Fondazione Gimbe, ha evidenziato una situazione in grande peggioramento su tutti i fronti. L’epidemia grava pesantemente su ogni Regione del nostro Paese.

Leggi anche –> Sperimentazione vaccino Covid19: muore un volontario di 28 anni

Potrebbe interessarti anche –> Covid, ultime news: chiusure in Lombardia, Piemonte, Liguria e Campania

Leggi anche –> Coronavirus, “al sicuro solo a Natale 2021”: parla Anthony Fauci

Covid, Gimbe: “Raddoppiati i contagi e i decessi, saltato il sistema di tracciamento”

Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, commentando un andamento del contagio in netta crescita sul nostro territorio nazionale, ha dichiarato: “Governo, Regioni ed Enti locali devono prendere atto che il virus corre sempre più veloce delle loro decisioni”.
In aumento i nuovi casi dunque, 33.778, quasi il doppio rispetto alla settimana precedente, ma anche i casi testati e in crescita il rapporto positivi/casi testati, arrivato al 14,2%.

“Il dato nazionale non rende conto di marcate differenze regionali”, ha spiegato il presidente della Fondazione Gimbe, come si legge su Leggo.it, “oltre che provinciali, che indicano le aree che richiedono provvedimenti più restrittivi per circoscrivere tempestivamente tutti i focolai e arginare il contagio diffuso”.
La grande crescita del rapporto testati/positivi inoltre, secondo Cartabellotta, “certifica il fallimento del sistema di testing & tracing per arginare la diffusione dei contagi”. Un sistema quasi saltato, per Gimbe, in alcune Regioni, come in Valle d’Aosta, dove oltre un caso testato su 3 è positivo, oppure in Liguria, dove si raggiunge il rapporto di quasi 1 su 4.

I numeri del contagio

Nelle ultime due settimane dunque è praticamente raddoppiato il numero nei nuovi casi, portando il totale degli attualmente positivi a 142.739. Anche sul fronte ospedaliero, nella scorsa settimana vi è stato un aumento del 66,5% (+3.378) per quanto riguarda i pazienti ricoverati con sintomi, mentre per quelli in terapia intensiva si parla di una crescita del 69,3% (+356). Più che raddoppiati inoltre, nell’ultima settimana, anche i decessi, passando da 216 a 459.

“La politica non ha una vera strategia per contenere la seconda ondata”, ha dichiarato ancora Cartabellotta. Il presidente della Fondazione Gimbe ha continuato “Occorre guardare alla proiezione delle curve a 2 settimane per decidere immediatamente lockdown mirati, eventuali zone rosse locali e misure restrittive molto più rigorose”.
Covid