Coronavirus, “al sicuro solo a Natale 2021”: parla Anthony Fauci

“Saremo al sicuro dal Coronavirus solo a Natale 2021” così ha parlato Anthony Fauci in un’intervista alla Repubblica. Ecco la sua previsione. 

Il capo dell’Istituto Nazionale per la Prevenzione delle Malattie Infettive degli Stati Uniti, Anthony Fauci ha parlato della “fine del 2021″ come primo periodo in cui potremmo essere davvero al sicuro dall’epidemia mondiale di Coronavirus che ci colpisce da sei mesi. Fauci, nell’intervista alla Repubblica, ha parlato anche di vaccini e di previsioni realistiche su come andrà da qui al prossimo futuro.

Leggi anche–> Situazione attuale coronavirus a Barcellona: tutto ciò che c’è da sapere

Vaccino contro il Coronavirus pronto a Marzo 2021

Fauci ha rassicurato sul fatto che i progressi per trovare un vaccino contro il Coronavirus sono rapidi ed efficaci, ma ha ricordato che ci vuole tempo e pazienza. Ancora non siamo fuori pericolo.

Per tornare alla normalità serve tempo. È vero, gli studi sono a ottimo punto. Entro la fine del 2020 avremo risposte precise e in previsione di quei risultati positivi si stanno già producendo dosi. Sì, forse sarà possibile vaccinare qualcuno prima di fine anno. Ma per i grandi numeri c’è da aspettare.” ha dichiarato Anthony Fauci, spiegando come il vaccino potrebbe essere sì pronto anche entro dicembre 2020, ma che prima che sia distribuito e che cominci a dare i suoi frutti, ci vuole tempo.

Leggi anche–> Sperimentazione vaccino Covid19: muore un volontario di 28 anni

Facendo una previsione su quella che sarà la distribuzione dell’ipotetico vaccino, è comunque cauto nei numeri: “Se avremo un vaccino efficace entro dicembre, saremo in grado di distribuire le prime dosi a inizio 2021, ma non basterà per tutti prima di marzo-aprile.Prima naturalmente saranno distribuiti agli operatori sanitari, i medici e gli infermieri, tutto il personale che, da mesi a questa parte, ha combattutto il Coronavirus in prima linea. Primi saranno anche gli anziani, la categoria più a rischio per questa epidemia.

Leggi anche–> Covid, Paolo Brosio: “Un paziente è morto nel letto a fianco al mio”

L’esperto ha infine precisato nell’intervista come non si potrà tornare totalmente alla normalità fino alla fine del 2021, soprattuto per quanto riguarda i viaggi.

infermiera Coronavirus