Gli danno 6 mesi di vita per un cancro al cervello, 30enne rinuncia al lavoro dei sogni

Quando ha scoperto di avere il cancro e i medici gli hanno dato 6 mesi di vita, un giovane ha dovuto rinunciare al lavoro dei suoi sogni come allenatore di football.

cancro

Julian Fiano, questo il nome del 30enne che sognava di diventare allenatore di football e aiutare bambini e ragazzi a sentirsi meglio con sè stessi. Tutto cambia quando i medici gli diagnosticano un cancro e gli danno 6 mesi da vivere.

La diagnosi di un cancro incurabile

Leggi anche–> Giovane Youtuber muore a causa di una rara forma di cancro silente in 9 mesi

Gli era stata appena offerta la possibilità che sognava da tutta una vita: diventare finalmente allenatore di football. Julian desiderava aiutare i ragazzi a superare le difficoltà della vita attraverso lo sport e l’allenamento. Quando ha ricevuto la diagnosi dai medici ha dovuto abbandonare rapidamente i suoi sogni e iniziare pianificare il suo funerale: un cancro al cervello ormai incurabile che lo avrebbe portato via nel giro di sei mesi, un anno al massimo.

Leggi anche–> Rovigo, il dramma di Beatrice, uccisa da un tumore a soli 8 anni

Dal 2015 ormai sentiva dei dolori al piede sinistro, ma Julian era un ragazzo giovane, sportivo, in forma e non ci aveva dato peso al tempo. Quando, mesi dopo, il dolore si era poi spostato in altre parti del suo corpo, aveva deciso di prendere un appuntamento dal dottore e farsi visitare. Sospettando che Julian potesse avere un ictus, i medici gli hanno  fanno fare una risonanza magnetica che ha mostrato un grosso tumore al cervello. Nel giro di pochi giorni, l’intervento chirurgico per capire che tipo di tumore fosse e a quale stadio si trovasse e la devastante diagnosi.

Solo pochi giorni prima, a Julian era stato offerto il lavoro della sua vita e ora avrebbe dovuto rifiutare: “quando ti dicono che ti restano 6 mesi da vivere, pensi al fatto che morirai, non alla tua carriera“, ha dichiarato Julian al Mirror.

Leggi anche–>  Tambu Makinzi, 2 kg di tumore sul viso: la sua drammatica storia

Contro ogni previsione, Julian, grazie alla chemioterapia, ha largamente superato il limite di tempo inzialmente previsto dai medici. Ad oggi cerca di rimane positivo: “Al momento l’obiettivo principale è arrivare alla fine di questo ciclo di chemioterapia e vedere se ci sono dei miglioramenti“, ha detto il ragazzo.

julian-fiano