Ragazza uccisa da overdose | il fidanzato è indagato | FOTO

La morte della 18enne Maria Chiara, avvenuta subito dopo il suo compleanno, si arricchisce di un significativo dettaglio nelle indagini.

ragazza uccisa overdose
Indagini ragazza uccisa overdose Amelia indagato il fidanzato Foto dal web

La vicenda di Maria Chiara, la ragazza uccisa presumibilmente da una overdose, si arricchisce di un dettaglio non da poco. Infatti la Procura della Repubblica di Terni ha disposto una indagine ufficiale in merito a quanto accaduto nelle prime ore di sabato 10 ottobre. Solamente la sera prima Maria Chiara aveva compiuto 18 anni ma ha perso la vita subito dopo avere dato una festa nella sua casa di Amelia, in provincia di Terni.

LEGGI ANCHE –> Figlio trova la mamma morta | il piccolo ha 5 anni | ‘Lei stroncata dal dolore’

Ed il suo fidanzato è stato sottoposto ad un lungo interrogatorio durato oltre 9 ore. Il giovane, 21 anni, ha ammesso ai carabinieri di avere consumato insieme alla vittima delle sostanze stupefacenti. Nello specifico dell’eroina, acquistata in cambio di soli 20 euro durante uno spostamento a Roma. A quanto pare un vero e proprio regalo di compleanno fatto alla ragazza uccisa però da una assunzione in eccesso di droga. Disposto lo svolgimento di un esame autoptico che avrà luogo mercoledì 14 ottobre. Maria Chiara si trovava nel suo letto, priva di vita, quando il fidanzato ha compiuto il ritrovamento. Lei era una studentessa al quinto anno di un liceo di Terni. Alla sua festa di compleanno c’erano anche diversi amici, che pure hanno effettuato delle deposizioni in caserma alle forze dell’ordine che stanno portando avanti la relativa inchiesta.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE — > Incidente stradale | Giada sbalzata dalla moto muore in un dirupo

Ragazza uccisa, certa l’overdose: indagato per omissione il fidanzato

Il liceo frequentato dalla vittima è lo stesso dove andavano anche altri due giovani, morti pure loro per droga nello scorso mese di luglio. Intanto il padre di Maria Chiara accusa apertamente il 21enne compagno della figlia ormai defunta. L’uomo riferisce che quel giovane aveva cambiato in peggio la ragazza, da quando lei aveva cominciato a frequentarlo circa due mesi fa. Stessa cosa sostenuta anche da alcune amiche. Lei era finita anche in cura da una psicologa. Era molto conosciuta per il fatto di insegnare kung fu ai bambini, una disciplina nella quale la ragazza morta di era distinta con la vittoria di svariate medaglie in diversi tornei giovanili. Per quanto riguarda le indagini adesso il fidanzato stesso è indagato per l’ipotesi di reato di omissione di soccorso. Lui avrebbe sostenuto che sarebbe stato un desiderio della stessa 18enne avere dell’eroina da iniettarsi come regalo di compleanno.

LEGGI ANCHE –> Scontro tra due aerei in volo, incidente devastante