Riapertura stadi, il professor Crisanti: “Sarebbe da irresponsabili”

Novità importanti per quanto riguarda la riapertura degli stadi con il professor Crisanti che ha svelato il suo punto di vista: ecco le novità

Riapertura stadi

Il Coronavirus continua a mettere in allarme milioni di italiani e non solo. L’emergenza è ancora in atto con un nuovo aumento di casi positivi e, proprio in questi giorni, studenti e professori stanno iniziando a tornare a scuola dopo tanti mesi. Inoltre, si starebbe discutendo di una possibile riapertura degli stadi, ma lo stesso professore di Microbiologia all’Università di Padova ha svelato: “Riaprire gli stadi adesso è da irresponsabili, ora dobbiamo metabolizzare l’apertura delle scuole e vedere come va”. Poi ha aggiunto: “Le cose si fanno in modo graduale. Quando sento che gli stadi vanno riaperti perché c’è tanta economia penso che, se poi andiamo verso una maggiore diffusione del virus, la situazione potrebbe peggiorare addirittura”.

Leggi anche –> Riapertura stadi, le linee guida: “25% della capienza e obbligo mascherina”

Leggi anche –> Riapertura stadi, Spadafora annuncia: “Nuovo protocollo da domani”

Riapertura stadi, Locatelli come Crisanti: l’allarme

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Così è tornato a parlare anche Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e componente del Cts, che si è detto molto preoccupato per il futuro: “La riapertura degli stadi presenta delle situazioni e delle connotazioni di criticità e di potenziale rischio che non devono essere sottovalutate”. Infine, ha concluso svelando il suo pensiero: “Una situazione complessa che credo meriti attenzione nella valutazione e credo anche significativa cautela”. I prossimi giorni saranno decisivi con lo stesso ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, che avevano annunciato un nuovo protocollo riguardante da vicino l’affluenza delle persone nel mondo. Una situazione da monitorare con cura in ottica futura per non arrivare ad un secondo lockdown definitivo.

Riapertura stadi