Eleonora Manta, la fidanzata dell’arbitro uccisa con lui, ha urlato un nome

Si cerca l’assassino del duplice omicidio di Lecce: Eleonora Manta, la fidanzata dell’arbitro uccisa con lui, ha urlato un nome.

(Facebook)

Ci sono novità importanti sul duplice omicidio di Lecce, che ha visto vittime l’arbitro Daniele De Santis e la sua fidanzata trentenne, Eleonora Manta. Proprio su una frase pronunciata dalla giovane donna gli inquirenti stanno lavorando per provare a dare un nome all’assassino.

Leggi anche –> Lutto nel calcio: ucciso l’arbitro De Santis dopo una violenta lite

La tragedia si è consumata in un condominio sito tra via Montello e viale Gallipoli, nei pressi della stazione ferroviaria del capoluogo salentino. Una zona dunque centralissima e particolarmente trafficata. Per tale ragione, si cercano elementi utili e testimonianze.

Leggi anche ->Lecce, tragedia in casa: 38enne trovata morta nella doccia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa ha detto Eleonora Manta prima di essere uccisa: il giallo di Lecce

I residenti hanno sentito prima le urla e successivamente hanno visto un uomo che si allontanava con in mano un coltello. A quanto pare, Eleonora Manta, prima di morire, avrebbe urlato un nome e sembra che sia proprio il nome dell’assassino. Si indaga, a quanto pare, sul movente passionale, ma per ora gli inquirenti preferiscono tacere su quanto accaduto e lavorano non rivelando praticamente nulla. Una ferocia inaudita, a quanto pare, quella del killer dei due giovani.

Daniele De Santis, oltre a essere uno stimato arbitro di Lega Pro e aver arbitrato anche in Serie BKT, gestiva un B&B proprio nella palazzina dove stanotte si è consumato l’orrore. Eleonora Manta invece dopo la maturità si era iscritta all’Università del Salento laureandosi a pieni voti con lode in Giurisprudenza, e in seguito aveva frequentato la scuola di specializzazione per la magistratura. Due giovani, dunque, con grandi aspettative, la cui vita è stata spezzata in maniera tragica ieri notte.