Lutto nel calcio: ucciso l’arbitro De Santis dopo una violenta lite

Tragedia nella notte: l’arbitro De Santis ed una donna sono stati uccisi in un condominio dopo una violenta lite.

Una tragedia si è verificata ieri notte nei pressi della stazione ferroviaria di Lecce. Secondo una prima ricostruzione, in un condominio sito tra via Montello e viale Gallipoli è scoppiata una furiosa lite che è culminata con l’accoltellamento di un uomo e di una donna. I residenti hanno sentito prima le urla e successivamente hanno visto un uomo che si allontanava con in mano un coltello.

Leggi anche ->Dramma per il calciatore Sigurdsson: morto il cognato di 11 anni, si è sparato

Quando sono scesi a controllare cosa fosse successo, hanno visto i corpi delle vittime stesi sulle scale del condominio, in una pozza del loro stesso sangue. Immediata la richiesta di soccorso. Purtroppo, però, quando i paramedici sono arrivati sul luogo dell’accaduto per le due vittime non c’era più nulla da fare. Sul luogo del delitto sono giunti in seguito anche i Carabinieri, i quali si sono occupati di effettuare i rilevamenti e di interrogare i testimoni. Sul caso è già stato aperto un fascicolo d’indagine che servirà per condurre le investigazioni e trovare il colpevole.

Leggi anche ->Lecce, tragedia in casa: 38enne trovata morta nella doccia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Una delle vittime è l’arbitro Daniele De Santis

Secondo quanto emerso una delle due vittime sarebbe l’arbitro Daniele De Santis, mentre la donna era Eleonora Manta. Il direttore di gara era un giovane in piena ascesa, per anni aveva arbitrato in Lega pro e dal 2017 aveva esordito come quarto uomo in Serie B. De Santis aveva solamente 33 anni e la possibilità di scalare i vertici della professione per giungere sino alla massima serie. Sulla donna, invece, per il momento non sono giunte ulteriori informazioni.

omicidio Lecce