Sondrio, trovato cadavere nel fiume Adda, potrebbe essere quello della ragazzina scomparsa

Sondrio, trovato cadavere nel fiume Adda, potrebbe essere quello della ragazzina scomparsa. La giovane era scivolata ed era stata travolta dalla corrente lo scorso primo settembre. Da allora suo padre non aveva mai smesso di cercarla.
cadavere nel fiume

L’identificazione del corpo, rinvenuto oggi nel fiume Adda, è ancora all’analisi degli inquirenti, i quali non escludono però si possa trattare proprio di quello di Hafsa, la ragazza di origini marocchine, travolta dalla corrente nei giorni scorsi. La tragedia era avvenuta sotto gli occhi impietriti e impotenti di amici e parenti lo scorso primo di settembre.

Leggi anche –> Sondrio, un papà ogni mattina si tuffa nell’Adda: cerca la figlia scomparsa

Potrebbe interessarti anche –> Trovato cadavere | il corpo era in un canale nel Milanese

Leggi anche –> Ritrovato cadavere | era di una donna da giorni nel Lago d’Iseo

Sondrio, trovato cadavere nel fiume Adda, potrebbe trattarsi della ragazzina 15enne scomparsa nei giorni scorsi

Sono stati due pescatori questa mattina a trovare il corpo senza vita a Berbenno, in provincia di Sondrio, a 500 metri dal ponte di San Pietro, nel fiume Adda. Sono accorsi subito sul posto la polizia e i vigili del fuoco del comando provinciale di Sondrio. Gli inquirenti lavorano in queste ore al riconoscimento del cadavere e non hanno escluso si possa trattare proprio di quello della giovane scomparsa.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il giorno della tragedia la piccola Hafsa si trovava in compagnia dei suoi familiari al parco Bartesaghi. La 15enne era scivolata nel fiume Adda, precisamente alla confluenza con il torrente Mallero ed era stata travolta dalla corrente. Il padre aveva continuato ogni giorno a cercarla tra le acque del fiume. L’uomo aveva dichiarato di non poter smettere di cercare sua figlia. Tuffandosi ogni giorno nel fiume, aveva cercato di ritrovare il corpo di sua figlia, con la speranza di riaverlo tra le sue braccia, sottratto a quel fiume che aveva tolto la vita alla sua bambina. Vedremo nelle prossime ore se le analisi condotte sul cadavere rinvenuto nel fiume Adda confermeranno le prime ipotesi e se il padre di Hafsa potrà così affrontare l’immenso dolore della perdita di sua figlia.
cadavere nel fiume