Home News Alfonso Signorini, dopo la leucemia un altro problema di salute

Alfonso Signorini, dopo la leucemia un altro problema di salute

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:25
CONDIVIDI

Alfonso Signorini ha lottato a lungo contro la leucemia mieloide, di recente ha rivelato di essere afflitto da un altro problema di salute.

Il direttore di ‘Chi’, Alfonso Signorini, in questo 2020 si è affermato come conduttore televisivo grazie al successo ottenuto dal suo ‘Grande Fratello Vip‘. Non era la prima esperienza come presentatore televisivo, ma il grande pubblico lo aveva conosciuto ed apprezzato principalmente come opinionista. Proprio durante la conduzione di uno dei suoi primi programmi, Alfonso si è sentito molto male ed ha capito di avere un problema di salute.

Leggi anche->Alfonso Signorini scopre di avere la leucemia in diretta tv, come sta ora

Era il 2011 quando durante una puntata del programma Kalispera, Signorini capisce di stare molto male: “Il 23 dicembre ero in diretta a Kalispera!. C’erano ospiti Christian De Sica e Sabrina Ferilli e non smettevo di sudare. A mezzanotte avevo 40 di febbre. Terminai la serata e andai al pronto soccorso del San Raffaele. Mi fecero gli esami, mi diedero un antipiretico e mi mandarono a casa. La mattina dopo, vigilia di Natale, mi chiamarono: ‘Lei ha una leucemia mieloide, non si muova, ci vediamo il 27 per iniziare le cure'”.

Leggi anche ->Alfonso Signorini racconta il suo dolore per la madre: “Mi è crollato il mondo addosso”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Altro problema di salute per Alfonso Signorini

Per fortuna dopo un periodo di cure Signorini ha sconfitto la leucemia ed è potuto tornare a lavorare al giornale, in televisione e radio. Il conduttore televisivo ha spiegato in un’intervista a ‘Matrix‘ che quell’esperienza gli ha insegnato il vero valore delle cose e della vita. Adesso dunque guarda il mondo con occhi differenti e dà importanza solo agli aspetti fondamentali della vita come gli affetti e la fede.

Nella stessa occasione il direttore di ‘Chi’ ha confessato di soffrire da tempo per un altro problema di salute: “Non potrei mai vivere senza musica, da piccolo passavo le ore attaccato alla cuffia a sentire Verdi, Puccini, mentre mio padre continuava a regalarmi le piste per le macchinine. E ho ascoltato talmente tanto che sono diventato sordo. E ora porto l’apparecchio!”.