Coronavirus, l’OMS conferma: “Gli asintomatici trasmettono anche il virus”

0
5

Ancora conferme importanti provenienti dall’OMS per quanto riguarda la differenza tra asintomatici e sintomatici: tutta la verità sul Coronavirus

Il Coronavirus continua ad essere molto presente in tutto il mondo con l’Italia che sta riuscendo, a poco a poco, a tornare alla normalità. Così Hans Kluge, direttore dell’OMS (Organizzazione mondiale sanità), ha posto l’accento sulla differenza ben precisa: “Le persone senza sintomi possono trasmettere il virus, ma una persona ovviamente diventa più contagiosa se sviluppa i sintomi: tutti i contagiati hanno la capacità di trasmetterlo”. Poi ha aggiunto: “Molto importante è che tutti i positivi siano diagnosticati, isolati e ricevano assistenza medica. In questo modo si blocca la catena di trasmissione”.

Leggi anche –> Coronavirus, un algoritmo per studiare il rischio di morte

Leggi anche –> Coronavirus, Mihajlovic ammette: “Contagiato da mio figlio in discoteca”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Coronavirus, Oms sulle mascherine a scuola

Successivamente lo stesso direttore dell’OMS ha voluto precisare ciò che succederà a scuola con le mascherine: “Oms e Unicef hanno redatto le linee guida su come utilizzare la mascherina. Fino a 5 anni non va indossata, mentre dai 6 agli 11 se c’è rischio di trasmissione va messa. Dopo i 12 anni le regole sono quelle degli adulti. Ma il virus va combattuto con distanziamento, igiene e isolamento a casa se si è malati. Non serve soltanto la mascherina”. Infine, Kluge ha svelato: “La seconda ondata non si sa se ci sarà. Nelle ultime settimane ci sono state nuove restrizioni in due terzi dei Paesi europei”. Novità davvero importanti per le linee guida al fine di combattere il Coronavirus.