Malato incurabile decide di morire in diretta Facebook: “Non ho una vita dignitosa”

0
6

Alain Cocq, malato incurabile, ha deciso di interrompere le cure che lo tengono in vita e di trasmettere la sua morte in diretta Facebook.

A 57 anni Alain Cocq ha deciso di porre fine alla sua vita. L’uomo francese vive da anni in condizioni complicate a causa di una malattia rara e non curabile a causa della quale le sue arterie s’incollano e gli causano un’ischemia. Dopo 4 anni scanditi da 9 interventi, nei quali è stato costretto a rimanere a letto senza potersi muovere, l’uomo ha deciso di voler porre fine alla propria vita. Alan è infatti infelice, soffre costantemente a causa di dolori lancinanti causati da scariche elettriche che ogni 2-3 secondi gli percorrono il corpo e non è più autosufficiente in nulla.

Leggi anche ->Marito e moglie da 55 anni, scelgono il suicidio assistito in coppia

Sapendo che la legge francese sul suicidio assistito non gli permette di ricorrere a questa pratica, l’uomo ha scritto a Emmanuel Macron nella speranza che nel suo caso facesse un’eccezione. La legge francese, infatti, prevede che il suicidio assistito sia concesso solo poche ore prima della morte di un malato terminale. Il Presidente francese, però, è stato costretto a dirgli di no: “Non mi pongo al di sopra delle leggi quindi non sono in grado di rispondere alla sua richiesta. Non posso chiedere a nessuno di andare oltre il nostro quadro legale attuale”.

Leggi anche ->Donna gravemente malata pensa al suicidio, ma trova una cura miracolosa

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Malato incurabile decide di morire in diretta Facebook

Pubblicato da Alain Cocq su Giovedì 3 settembre 2020

Dopo aver ricevuto la risposta di Macron, Alain ha deciso di porre fine in ogni caso alla propria vita. Per farlo ha deciso che sospenderà alimentazione, idratazione e cura (ad eccezione dei calmanti) e trasmetterà la sua lenta agonia in diretta Facebook. Si tratta di una scelta estrema e di una protesta dall’alto carico emotivo, visto che non solo mostrerà il proprio decesso in diretta, ma prima che avvenga potrebbero volerci anche 5 giorni.

La cessazione di cure e sostentamento avverrà a partire dal tramonto di oggi. Nel motivare la propria decisione Alan spiega che si tratta di un atto di protesta contro la legge francese e spera che serva a farla cambiare. Intanto Macron, venuto a conoscenza della decisione dell’uomo, gli ha scritto: “Con emozione. Rispetto questa decisione”.

macron