Coronavirus Scuola: le proposte di Crisanti per la riapertura

Le proposte del microbiologo Andrea Crisanti che riguardano la riapertura delle scuole dopo il lockdown per il Coronavirus.

virologo Crisanti
(screenshot video)

Il microbiologo Andrea Crisanti – ‘ideologo’ dello screening di massa realizzato dalla Regione Veneto – ha lanciato una serie di proposte che riguardano la riapertura delle scuole, sostenendo alcune importanti necessità.

Leggi anche –> Crisanti | ‘Nuovo piano anti Covid del Governo con incentivi’

“Nelle misure per il ritorno a scuola bisogna evitare di sbagliare due volte. Le misure sono state scelte, ora vanno applicate in maniera rigorosa”, ha sottolineato aggiungendo che a suo avviso bisogna fare maggiori interventi a scuola piuttosto che a casa.

Leggi anche –> Scuola | Crisanti | ‘Soglia massima di febbre a 37,1° per gli studenti’

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Scuola, le proposte di Crisanti per la riapertura post Coronavirus 

crisanti tamponi

Spiega Crisanti: “La temperatura sui ragazzi va presa a scuola, non a casa, e andrebbe abbassata, direi a 37,1, per entrare in aula. Le mascherine sono sicuramente necessarie per i più grandi”. Il microbiologo ha anche inviato al Ministero della salute e al Comitato tecnico scientifico un piano con un costo iniziale di 40 milioni di euro per portare a 300mila i tamponi giornalieri.

“La proposta che ho inviato al Governo per un piano nazionale sui tamponi è una ancora informale bozza”, spiega Crisanti che poi si pone l’obiettivo di “aumentare in modo esponenziale i test, fino a quadruplicare il numero attuale di tamponi per affrontare con più sicurezza la riapertura delle scuole e la ripresa di tutte le attività lavorative”.