Bambino morto a Modica: restano in carcere la mamma e il convivente

Il caso del bambino morto in ospedale a Modica: restano in carcere la mamma e il convivente, oggi i funerali del piccolo.

(foto dal web)

Svolta nel caso della morte del piccolo Evan, il bambino di 21 mesi deceduto in ospedale a Modica il 17 agosto. Il gip del tribunale di Ragusa, Eleonora Schininà, ha convalidato i fermi della madre del piccolo e del convivente della donna.

Leggi anche –> Modica, muore bimbo con lividi sul corpo: fermato il compagno della madre

Sono loro quindi le due persone direttamente accusate adesso della morte del piccolo, il quale era giunto in ospedale pieno di lividi e lesioni. La sua morte, stando a quanto emerso dall’autopsia, era stata causata da un trauma cranico.

Leggi anche –> Bimbo morto a Modica, il papà inascoltato: “Aveva presentato un esposto”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Oggi i funerali del bambino morto a Modica: lutto cittadino

Dolore e rabbia in queste ore emergono per quanto accaduto e perché non si è riusciti per l’ennesima volta a proteggere un bambino indifeso. Il sindaco di Rosolini, dove viveva la coppia assieme al bambino, ha proclamato il lutto cittadino. Già nel pomeriggio di oggi, infatti, nella chiesa del Santissimo Crocifisso, sono in programma i funerali del piccolo.

Il piccolo “era pieno di lividi”, aveva “uno squarcio nell’orecchio” e “non riusciva neppure a camminare”, aveva evidenziato nei giorni scorsi il compagno della nonna di Evan, Roberto Amore. Sia lui che la nonna del piccolo avevano spiegato di essersi mossi per chiedere un intervento per fermare i maltrattamenti al nipotino.